Ordinato l’arresto in Brasile per Cesare Battisti. Bolsonaro è di parola

Politica

“Cesare Battisti deve essere arrestato per evitare il pericolo di fuga in vista di un’eventuale estradizione”. Così è scritto nell’ordine d’arresto immediatamente esecutivo, spiccato dal magistrato del Supremo Tribunale Federale (Stf) brasiliano, Luis Fux.

Nel provvedimento è specificato che il nuovo presidente della Repubblica Jair Bolsonaro (si insedierà il primo gennaio 2019) ha il potere di rivedere l’atto di Lula, per altro firmato quando il suo mandato presidenziale era già in scadenza, e decidere se Battisti può rimanere in Brasile o dovrà essere rimandato in Italia, dove ha una pena detentiva da scontare.

Come riporta Repubblica “l’arresto di Cesare Battisti era stato chiesto dalla procuratrice generale del Brasile, Raquel Dodge, per evitare il rischio di fuga e assicurare una eventuale estradizione, secondo un comunicato diffuso dalla stessa Procura. Formalmente, il giudice Fux ha revocato così una misura a favore di Battisti, che lui stesso aveva disposto un anno fa”. 

Raggiunto dall’Ansa l’avvocato di Battisti, Igor Tamasauskas, preferisce non commentare: “Non ho avuto accesso alla decisione del giudice, l’ho saputo dai media, non posso commentare”.

Bolsonaro, recentemente, si era impegnato personalmente con Matteo Salvini: “Come ho già detto – aveva twittato Bolsonaro – riaffermo il mio impegno a estradare immediatamente il terrorista Cesare Battisti, amato dalla sinistra brasiliana, in caso di vittoria alle elezioni. Dimostreremo al mondo il nostro totale ripudio e impegno a combattere il terrorismo. Il Brasile merita rispetto”.

Battisti vive in Brasile dal 2009, e attualmente risiede a Cananeia, sulla costa dello stato di San Paolo. Nell’ottobre dell’anno scorso è stato arrestato a Corumbà, nello stato di Mato Grosso del Sud, mentre, secondo l’accusa, tentava di attraversare il confine boliviano con 6 mila dollari e 1.300 euro non dichiarati. Liberato dopo tre giorni, è rimasto comunque sotto processo per esportazione illegale di valuta.

Condividi!

Tagged