differenza viagra originale silfanedil antibiotico levoxacin 500 e pillola pastiglie piu efficace per disfunzione erettile levitra prezzo ufficiale farmacia cialis in italia cialis 10 mg prezzo in farmacia prezzo del cialis 5mg in farmacia levitra costo 2015 tipi di confezioni di cialis stimolante senza usare viagra pastiglie simili al viagra mezza pastiglia di lasix per sgonfiarsi vacuum devicerapport classic rapport premier disfunzione erettile prezzo dovò si può prendere viagra o levitra on line farmaci equivalenti al cialis farmacia in rete viagra italiane farmaci antidepressivi provocano ritenzione viagra da 10 mg prezzo viagra senza ricetta brescia macladin antibiotico dosaggio viagra professional generico quante volte al giorno pastiglie antibiotico brufoli cialis 5mg trova prezzi viagra generico orodispersibile prezzo cialis generico online sicuri online apotheke viagra generika rompere pillola antibiotico quanto costa cialis 20 in farmacia il viagra si può comprare in farmacia compra online cialis dove trovare cialis generico emilia romagna domicilio antibiotici classe infusione farmaci comprar cialis 5mg ricetta cialis urologo fac simile i farmaci antidepressivi e contro l'ansia influiscono sui rapporti sessuali
//

Matteo Rovere apre la XXV edizione de L’ISOLA DEL CINEMA

4 minuti di lettura

L’Isola del Cinema entra nel vivo della XXV edizione, con la serata inaugurale di giovedì 20 Giugno, che ha visto la partecipazione straordinaria del regista Matteo Rovere, ospite acclamato da pubblico e critica, che è intervenuto in apertura del film “Il primo Re”, il kolossal tutto italiano sulla fondazione di Roma.

In occasione di questa serata speciale, presentata dall’attrice Sabrina Crocco insieme al Direttore Artistico Giorgio Ginori, il regista ha incontrato il pubblico in una affollata Sala Groupama. Ai microfoni dell’Isola del Cinema il regista ha affermato: “Per me questo è un luogo magico e importante, che appartiene alla nostra città, dove sono anche un po’ cresciuto e in cui venivo da piccolo a vedere i film, è un luogo del cuore”. Matteo Rovere ha proseguito: “Aprire la rassegna, in occasione della XXV edizione, è un onore e sono felicissimo di farlo con un film che parla di Roma e della fondazione di questa città”.

Riguardo all’ideazione del film il regista ha affermato: “L’idea mi è venuta da mio padre che mi ha regalato un libro di un archeologo, che raccontava i misteri e leggende sulle origini della nostra città. Ho pensato che la storia di Romolo e Remo fosse un’idea straordinaria per fare un film d’azione, un film che parlasse al pubblico, d’intrattenimento, ma che allo stesso tempo raccontasse le nostre origini, nel rapporto tra individuo e religione”.

“Al di là del successo avuto in Italia – ha continuato il regista – è un film molto venduto all’estero, che gira dal Giappone agli Stati Uniti, fino alla Corea e in tutta Europa. Un film che parte da qui, dal Palatino, e che siamo riusciti ad esportare anche all’estero”.

Un’occasione, quella della proiezione all’isola tiberina, di vedere il film nel suo luogo di nascita effettivo, un momento di grande entusiasmo per sostenere un regista che, come ha affermato il Direttore Artistico Giorgio Ginori, rappresenta “un’eccellenza italiana”.

La serata inaugurale si è aperta con il Concerto della Banda dei Carabinieri, da 75 elementi, diretta dal Maestro Magg. Massimiliano Ciafrei, che si è esibita in un eccezionale appuntamento dedicato alle colonne sonore dei film, dal “Gladiatore” a “Ben Hur” o ispirate a Roma, come “Roma nun fa’ la stupida stasera” di Armando Trovajoli.

Ospiti dell’evento, personalità istituzionali, attori e operatori culturali, tra cui L’Avv. Lo Foco e Antonio Ferraro del MIBAC, l’Addetta Relazioni Culturali dell’Ambasciata di Australia Clelia March, l’Addetta Stampa dell’Ambasciata di Romania Raluca-Maria MIHĂILĂ, le attrici Isabel Russinova, Anna Teresa Rossini, Emanuela Mari, l’operatrice culturale Patrizia Fregonese De Filippo, che è intervenuta con la regista lituana Lina Luzytè e l’addetta culturale dell’Ambasciata lituana Laura Gabrielaityte-Kazulèniene, l’attore e regista Lino Damiani, il PR Ugo Mainolfi e tanti altri.

Vittorio Zenardi

Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Meteo e politica, caldo record e polemiche incandescenti: chi staccherà la spina?

Articolo successivo

Scontro Di Maio-Di Battista, parla Cacciari: “E’ un gioco delle parti”

0  0,00