//

A DANIELE MENCARELLI IL PREMIO JOHN FANTE OPERA PRIMA 2019

2 minuti di lettura

Il vincitore del Premio John Fante Opera Prima 2019 è Daniele Mencarelli con “La casa degli sguardi” (Mondadori)

Ieri sera a Torricella Peligna la giuria tecnica del Premio John Fante Opera Prima composta da Maria Ida Gaeta, Masolino D’Amico e Simona Baldelli, alla presenza del Sindaco di Torricella Peligna Carmine Ficca e del direttore del John Fante Festival Giovanna Di Lello, ha decretato vincitore della XIV edizione Daniele Mencarelli con il romanzo “La casa degli sguardi” (Mondadori).
Alla cerimonia di premiazione presenti anche gli altri due finalisti del Premio, Emanuela Canepa autrice del romanzo L’animale femmina (Einaudi) e Sandro Frizziero autore del romanzo Confessioni di un Neet (Fazi).

Il John Fante Festival, fin dalla prima edizione, è organizzato dal Comune di Torricella Peligna per ricordare e omaggiare lo scrittore americano John Fante (1909-1983), il cui padre Nicola era un muratore originario proprio di questo piccolo paese abruzzese.

Tra gli ospiti presenti in questa XIV edizione che affronta il tema delle migrazioni e celebra l’anniversario degli 80 anni dalla pubblicazione del romanzo “Chiedi alla polveredi John Fante e i 110 anni dalla sua nascita: i figli dello scrittore Jim e Victoria Fante, Sandro Veronesi, che ha ricevuto ieri il premio alla carriera, Gad Lerner, Elena Stancanelli, Luca Briasco, Eleonora Molisani, Simona Baldelli, Maura Chiulli. 

Questa sera sabato 24 agosto alle 21.30 in programma l’anteprima nazionale italiana del film “Mon chien Stupid” del regista Yvan Attal, anche protagonista del film insieme a Charlotte Gainsbourg, film tratto dall’omonimo romanzo di John Fante, che uscirà nelle sale ad ottobre in Francia. Saranno presenti il regista e il produttore Vincent Roget che dialogheranno con il critico cinematografico Fabio Ferzetti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Bassil’ora approda al Lido di Venezia

Articolo successivo

Nasce il Conte 2.0: il “gran rifiuto” di Di Maio a Salvini e le mosse in campo

0  0,00