In treno senza posto e seduta a terra: “fake” di Greta scatena i social

Politica

Anche le grandi eroine prima o dopo scivolano su una “buccia di banana”. E poco importa se quella banana ha il sapore di quelle stesse fake che si denuncia ostinatamente di voler combattere.

“Sono su un treno sovraffollato attraverso la Germania e finalmente torno a casa”. Questo il tweet di Greta Thunberg di ritorno da Madrid dove ha partecipato, con deludenti risultati, al summit sul clima. La giovane attivista si è fotografata mentre viaggiava da Francoforte ad Amburgo lasciando quasi intendere di essere stata costretta a viaggiare in condizioni proibitive.

Sul suo profiolo Twitter, Greta ha infatti postato una foto di lei seduta in mezzo a una carrozza sovraffollata. E naturalmente com’era inevitabile è arrivata la solidarietà dei suoi accaniti fan tedeschi che ne hanno subito approfittato per sparare contro Deutsche Bahn, la società responsabile del trasporto ferroviario.

Che però non è rimasta in silenzio.  Con un altro tweet le ferrovie tedesche hanno subito replicato: “Auguriamo a Greta un buon ritorno a casa. Stiamo lavorando duramente per avere più treni, più collegamenti e più posti a sedere”. Per poi aggiungere: “Sarebbe stato più bello se avessi menzionato anche il modo cordiale e competente in cui sei stata trattata dallo staff al tuo posto in prima classe”. Posto in prima classe? Ma come? E allora quella foto?

In realtà ecco svelato l’arcano. E’ la stessa Greta a spiegare come sono andate le cose: “Il nostro treno da Basilea – ha scritto in un altro tweet – è stato rimosso dalla circolazione. Così ci siamo seduti sul pavimento di due treni diversi. Dopo Goettingen mi sono seduta”. Insomma, quella foto immortala soltanto un pezzo del viaggio di Greta che in realtà si è svolto in prima classe. Al punto che lei stessa alla fine ammette: “I treni sovraffollati sono un ottimo segno perché significa che la richiesta di viaggi in treno è alta”. Arrampicarsi così abilmente sugli specchi non è proprio da tutti. 

Ma ecco che sui social c’è chi non l’ha presa troppo bene.

Ognuno racconta le sue mezze verità, lo fa magistralmente anche #Greta. Un viaggio in prima classe sottaciuto.

https://t.co/rD4Ojdf2YA

— Elsa Fidaleo (@Jumping110) December 16, 2019

nbsp;

 

Condividi!

Tagged