Al via lavori progetto AIDR per startup innovative

Digitale In Rilievo

Bando promosso insieme a Ente nazionale per il microcredito 

Primo incontro presso l’Antica Biblioteca dell’Università Link Campus di Roma

Nella suggestiva location dell’Antica Biblioteca dell’Università Link Campus di Roma hanno avuto inizio, martedì 25 febbraio, i lavori previsti dal Bando Nazionale per la promozione di Startup Innovative promosso da AIDR (Associazione Italiana Digital Revolution) ed ENM (Ente Nazionale per il Microcredito), in collaborazione con l’Università Internazionale Link Campus. Hanno preso parte a questo primo incontro, presentando i loro progetti, tre startup precedentemente selezionate: “Cittando” di Marco Giacometti, “Giro in Italia” di Fabio di Spigno e “Portierato Attivo” di Patrizio di Paolantoni.

In questa occasione, oltre al pitch di presentazione della propria startup, i partecipanti hanno evidenziato lo stato del progetto e avviato un primo confronto con il gruppo di mentor che saranno al loro fianco durante tutto il percorso, supportandoli e motivandoli nel raggiungimento del proprio obiettivo. La finalità del progetto è supportare lo startupper in tutte le fasi dello sviluppo dell’idea imprenditoriale che prevede la realizzazione del business plan per la richiesta di finanziamento al Microcredito (fino a 25.000€, estendibile a 35.000€), l’estensione del proprio network verso chi opera nel mondo delle startup e la presentazione del progetto agli investitori durante gli INVESTOR DAY promossi da AIDR.

“La risposta al bando è stata consistente e molto interessante e ci ha permesso inoltre di selezionare delle startup originali e promettenti”, ha dichiarato Sandro Zilliresponsabile del comitato scientifico AIDR. “Grande soddisfazione” è stata espressa anche da Mauro Nicastridell’Agenzia per l’Italia Digitale e presidente Aidr, dal momento che “questa iniziativa permetterà di promuovere l’imprenditorialità innovativa nell’ambito di soluzioni digitali”.

Un’esperienza di successo per tutte le parti coinvolte ed un’ulteriore conferma del fatto che un percorso di rinnovamento è possibile grazie a neoimprenditori preparati e creativi, che hanno idee brillanti e portano avanti i loro progetti con decisione e coraggio. Il cambiamento culturale, l’esperienza, il supporto delle nuove tecnologie e i numerosi strumenti finanziari oggi disponibili sono i pilastri su cui deve contare l’imprenditoria per creare nuove opportunità di cui il sistema economico italiano ha molto bisogno.

 

Condividi!

Tagged