Coronavirus, Quanto dureranno le restrizioni? Le ipotesi in corso

Politica

Nel decreto legge emanato dal presidente della Repubblica potrà andare avanti anche fino al 31 luglio, ma è solo un’ipotesi della fine dell’emergenza e scritta già a gennaio. Cristiana Mangani per “il Messaggero” ha intervistato Luigi Lopalco, epidemiologo dell’università di Siena che ha invece parlato più dettagliatamente dei tempi possibili: “Il virus è davvero imprevedibile. Quello che si sta facendo ora in Italia, con le chiusure e i divieti, mi pare un buon compromesso. E forse potremo avere dei buoni risultati intorno ad aprile-maggio, mantenendo un livello di chiusura ancora piuttosto alto”.

Ma sui tempi è stato ancora più preciso:Io spero proprio che non si debba arrivare al 31 luglio con le chiusure attualmente in vigore – afferma su Il Messaggero – E sono quasi certo che, presto o tardi, l’epidemia lombarda scenderà. Gli sforzi devono essere concentrati affinché non si crei un’altra Lombardia. Se parte un altro focolaio cambierà lo scenario. Altrimenti ci sarà la ripresa di alcune attività intorno all’estate“.

“È facile che siano circa 500 mila le persone che non presentano sintomi evidenti – precisa Lopalco – Tali numeri non vogliono dire, però, che l’epidemia sia fuori controllo: infatti, laddove si identificano i casi sintomatici e si effettua la ricerca di tutti i contatti procedendo dunque al loro isolamento anche se asintomatici, si determina una efficace interruzione della catena del contagio”. Questo, sottolinea, “è il modello Sud-Corea di cui si parla tanto, solo che nel Paese asiatico si usano le app per tracciare mentre da noi c’è una efficace azione da parte dei dipartimenti di prevenzione che seguono e gestiscono le persone in isolamento”.

Condividi!

Tagged