Nasce “PlayFTS”, lo spazio virtuale di Fondazione Toscana Spettacolo

Cultura e Cinema In Rilievo Teatro

Contributi video degli artisti per il pubblico del circuito: si parte con Silvio Orlando, Simone Cristicchi e Virgilio Sieni

Per mantenere vivo il rapporto fra gli artisti e il pubblico dei teatri del circuito, la Fondazione Toscana Spettacolo onlus ha realizzato PlayFTS. Uno spazio virtuale che ospita contributi video originali registrati dagli artisti che collaborano con FTS, link ai video integrali nonché video di repertorio, rilanciati anche da altre piattaforme, sempre legati ai temi, le compagnie e le programmazioni del circuito. E non manca un originale progetto per bambini di Luca Ronga. 

Una proposta articolata diffusa su tutti i canali della Fondazione: sul sito web (toscanaspettacolo.it), sul canale YouTube (www.youtube.com/user/ftstoscana) e poi su Facebook ed Instagram (fts.toscana).

“In questi giorni di sofferenza per il nostro paese – dice Beatrice Magnolfi, presidente di FTS – vogliamo rimanere in contatto con il pubblico dei nostri teatri. Con questo progetto avviamo una comunicazione che non vuole sostituire la rappresentazione dal vivo, ma almeno offrirne un assaggio, in attesa di tornare presto in platea”. “Un ringraziamento per la risposta immediata va agli artisti che stanno affrontando un momento delicato con grande coraggio e generosità  – aggiunge il direttore della Fondazione, Patrizia ColettaPlayFTS è anche un modo per ritrovarsi, almeno virtualmente, e condividere con gli spettatori queste testimonianze, insieme ai video degli spettacoli di ieri e di oggi”. 

PlayFTS è in costante aggiornamento, con l’idea di poter offrire contenuti sempre nuovi. Fra i primi contributi pubblicati nella sezione dei video originali c’è anche Silvio Orlando che recita l’inizio di Si nota all’imbrunire, lo spettacolo che proprio a marzo avrebbe attraversato sei teatri del circuito, toccando città come Siena, Grosseto e Lucca. Virgilio Sieni, atteso con La natura delle cose a Carrara e a Pisa, propone una breve sequenza coreografica. Non manca Simone Cristicchi, che stava per portare a Siena, Chiusi e Castelfranco Piandiscò il suo Manuale di volo per uomo e adesso racconta un’antica favola africana. 

A ruota arriveranno i contributi di artisti come gli Omini, Kanterstrasse e Silvia Gribaudi, con pillole che partono dai loro spettacoli sospesi: rispettivamente Gran Glassé, I promessi sposi – Providence Providence Providence e Graces. Lo stesso vale per il teatro ragazzi, con compagnie come il Teatro Gioco Vita, e il Teatrino dei Fondi che proporranno degli assaggi, realizzati ad hoc, del Piccolo re dei fiori e La principessa e il drago. Non mancherà la musica, si parte con l’Orchestra della Toscana e un intervento del direttore artistico Giorgio Battistelli. 

Anche la sezione che ospita link di video integrali si apre con tre proposte che saranno integrate regolarmente con nuovi materiali. Si parte con Marco Paolini, che era in tournée nei teatri del circuito con Filo Filò: ora si ripropone un suo spettacolo cult, presentato nelle scorse stagioni nei teatri di FTS, la Ballata di uomini e cani, che si può rivedere grazie a un ottimo video integrale rilanciato dalla pagina di RaiPlay. Non manca il teatro ragazzi, con il Teatro C’Art, che avrebbe dovuto presentare al Niccolini di San Casciano il suo Casa de Tabua e adesso ci offre la ripresa integrale di Sagapo. Spazio anche alla musica con Vinicio Capossela, atteso a Siena per la rassegna Rinnòvati Rinnovati, di cui si propone Polpo d’amor.  

A seguire saranno pubblicati regolarmente altri link messi a disposizione dagli artisti o piattaforme come Raiplay: da qui si condivideranno anche video integrali di altri spettacoli storici distribuiti da FTS come La Scena, di Cristina Comencini, o Utoya, il lavoro di Edoardo Erba sul massacro norvegese del 2011 diretto da Serena Sinigaglia.  

Contestualmente FTS è lieta di poter collaborare con l’attore e burattinaio Luca Ronga per il progetto Fiabe e burattini al telefono. Mentre i teatri sono chiusi, l’artista si rivolge ai più piccoli, affiancato virtualmente da Diletta Landi, raccontando delle fiabe a telefono o mostrando brevi sketch. Il progetto è promosso dallo Studiootto, il nuovo spazio fiorentino gestito da Ronga insieme alla fotografa Ilaria Costanzo. Basta scrivere un’email (studioottofirenze@gmail.com) o inviare un messaggio WhatsApp (327.6784928) per richiedere, gratuitamente, di poter ricevere una telefonata per farsi cullare da una fiaba o vedere in diretta uno sketch di burattini. Sarà così possibile fissare un appuntamento con l’artista, che richiamerà i suoi piccoli spettatori nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì e domenica (10- 12; 17- 19). 

Condividi!

Tagged