Oroscopo Coronavirus: chi lo aveva previsto, cosa prevede, quanto durerà

In Rilievo Oroscopo

Nessuno quando è iniziato il 2020 si sarebbe aspettato che nel giro di pochi mesi le nostre vite sarebbero state sconvolte dall’arrivo del coronavirus, questa grande pandemia che sta sconvolgendo tutto il mondo, provocando migliaia di vittime e di contagiati, costringendo le persone ad una quarantena forzata e a vivere con la paura e l’angoscia di poter restare infettati.

Eppure oggi a rileggere le previsioni di alcuni astrologi, pubblicate alla fine del 2019, salgono i brividi scoprendo fra le righe come i segnali di uno sconvolgimento planetario erano stati in realtà previsti. Dettagli cui forse si è prestata poco attenzione, un po’ per scetticismo un po’ perché in fondo comprendere certe congiunzioni astrologiche e i loro effetti, non è facile per i non addetti ai lavori. E fra le righe si possono intuire anche i tempi di durata di questa emergenza.

L’astrologo Branko nel suo “calendario Astrologico 2020 scriveva nell’introduzione: “Questo anno non resterà nella storia come un periodo artistico-sportivo eccezionale, per la metà del tempo Marte sarà in assetto di guerra in Ariete. È invece significativo l’influsso dei grandi pianeti, corpi celesti che aiutano veramente a cambiare una vita e risultano importanti per l’educazione dei giovani (che costituisce ormai un’emergenza), e per alcuni ‘esami di riparazione’ di qualche potente. Ma in un campo in particolare l’uomo darà prova del suo immenso ingegno: la matematica, le scienze, la ricerca medica e astrofisica; nonché varie attività nel settore dell’industria e della finanza, ovunque siano richieste capacità organizzative e attitudine al comando.

Molte volte non crederemo a quanto vedranno i nostri occhi o sentiranno le nostre orecchie... Serpeggerà una nuova e mai provata agitazione il primo giorno di primavera, ingresso di Saturno in Acquario. Sarà un blitz di qualche mese soltanto, una prova di resistenza per noi tutti, poi il pianeta rientrerà in Capricorno fino a Natale.

Il suo influsso sarà diretto in particolare al sociale e alla politica (parlamento, ministri, legislatura e dintorni). Qualcuno cadrà: il colpo di scena nasce con Saturno contro Urano in Toro, una quadratura astrale verificatasi ultimamente prima della Seconda guerra mondiale… Molte sono le somiglianze, invece, con l’ultimo transito di Saturno in Acquario, avvenuto negli anni 1991-1994: una su tutte, la situazione in Europa. A questo proposito, la gente farebbe meglio a guardare in casa propria, come suggeriva il famoso film “La finestra sul cortile”.

Ma quando ne usciremo? Il portale astrologico “Il Magico Mondo di Isolo” svela:

“Vi è un costante aumento dei dati relativi al coronavirus, come si può vedere sul sito Web ufficiale dell’Organizzazione mondiale della sanità. Ogni giorno che passa, il nome di un nuovo paese viene aggiunto all’elenco dei paesi infetti, costretto come gli altri ad affrontare non solo gravi perdite sociali ma anche economiche.

Dopo lo studio delle posizioni planetarie nell’oroscopo solare della Cina, sembra che non ci sarà una diminuzione del livello di questa infezione in breve tempo, ma si prevede una sensibile riduzione nel prossimo periodo. Per essere più precisi, dopo il 30 marzo 2020. Tuttavia, secondo la situazione nell’oroscopo, Giove e Ketu, dal 30 giugno al 19 settembre, annunciano la possibilità di un altro focolaio. Solo dopo il 20 settembre 2020, secondo gli esperti astrologi, il mondo potrà finalmente tenere sotto controllo il coronavirus”.

Il portale Astropoli.it invece in riferimento al 2020 aveva previsto: “Anno di Terra (Estremamente Concreto), caratterizzato da eventi eccezionali per la Scena Mondiale in ordine alla Triplice ed Irripetibile congiunzione di Giove, Saturno e Plutone nel Segno del Capricorno (Potere Assoluto). Così altamente significativo il secondo Anno Consecutivo del transito di Urano nel Segno del Toro (7 anni complessivi). Decisiva a riguardo sia la primavera che l’ultima parte dell’anno (dal 17 Dicembre del 2020 a tutto il 2021). Urano, il Cielo, il Ribelle, entrerà in aperta “collisione”, o in aspetto “dinamico”, dapprima con il Saturno in Acquario, e poi con Saturno e Giove sempre nel Segno dell’Acquario (possibili criticità tra passato e futuro, fase di crisi tra poteri diversi, rimodulazione del settore alimentare ed economico, scoperte rivoluzionarie). Senza contare che per tutta la Seconda Parte del 2020, Marte, il Pianeta dell’Azione, della Volontà e della Guerra, trovandosi in retrogradazione nel Segno dell’Ariete, eserciterà un ruolo di “Primissimo Piano” sulle Dinamiche degli Eventi”.

L’astrologa Simona Bruni, intervistata da Stamp Toscana invece rivela: “Attenzione a quando il Sole entrerà nel segno del Toro il 19 Aprile perchè si troverà in congiunzione con Urano e Mercurio (le vie aeree e quindi anatomicamente i polmoni) e sarà in Ariete, segno di fuoco che per analogia richiama ad una nuova infiammazione. Potremmo assistere probabilmente al finale colpo di coda del virus prima che esso definitivamente sparisca. Dunque fino alla fine di Aprile dobbiamo essere molto prudenti. Gli effetti del Coronavirus non spariranno come per magia e i loro strascichi li risentiremo a lungo. Quello che mi sento di dire che Saturno e Giove entrambi nel segno dell’Acquario a fine anno 2020 porteranno una ventata di novitá in molti ambiti, anche a livello globale fino al 2023”.

Poi c’è chi, dietro questa emergenza, legge una congiuntura astrologica destinata a modificare completamente le nostre abitudini, il nostro stile di vita. Il coronavirus altro non sarebbe che lo strumento che ci obbligherà a cambiare. Ne è convinta l’astrologa Lidia Fassio che ha pubblicato un articolo dal titolo emblematico: “Infezioni virali e infezioni sociali”. 

L’astrologa scrive: “Siamo di fronte alla grande congiunzione tra Plutone, Saturno e Giove in Capricorno che, come ho già scritto nell’intervista che mi fece lo scorso anno Il dr. Francesco Faraoni, pubblicata sul sito www.astroteosofia.it, comporterà la fine di un ciclo che ha caratterizzato una sorta di ubriacatura a livello economico, dato che ha illuso quasi tutto il mondo che le cose sarebbero potute continuare nello stesso modo attuale; il fatto che Saturno abbia scavalcato Plutone indica che siamo di fronte ad un’inversione del ciclo il che significa che deve essere operata una profonda trasformazione nel modo di vivere, nel modo di trattare le risorse e nelle modalità di distribuirle tra i vari paesi del mondo. Ritengo che l’affacciarsi di Saturno nel segno dell’Acquario già lascerà intravedere l’impossibilità di continuare in questo modo anche se ci saranno sicuramente ostacoli grandi da superare dato che chi controlla l’economia mondiale non sarà sicuramente del parere di accettare con facilità le trasformazioni che dovranno avvenire negli anni futuri. Il fatto poi che anche Urano (signore dell’Acquario) transita nel segno che riguarda l’economia mondiale, (il Toro), suggerisce ulteriormente che dovrà avvenire una vera rivoluzione nel modo di gestire i grandi patrimoni, proprio per intervenire – come vuole Urano – sulle disuguaglianze in termini di vita, di risorse, di utilizzo delle stesse e in termini di diritti umani”.

Poi Fassio aggiunge: “Nettuno da parte sua, simboleggia proprio il virus che, nel caso, attacca il delicatissimo SISTEMA IMMUNITARIO mondiale (Marte) che non sta reagendo al meglio in quanto – simbolicamente parlando – abbiamo tutti, individui e stati, un’identità assolutamente precaria dovuta al clima di grande confusione emotiva, di pensiero e di comportamenti in cui non si riconosce più ciò che è vero e ciò che è falso ma, anche, non si riconosce più ciò che è buono e come tale da coltivare, e ciò che è negativo e distruttivo e, come tale, da abbandonare. Le difese personali e collettive devono appoggiarsi a valori, principi ed ideali solidi che alimentino l’anima delle persone, tutte cose che, in questo momento, sono assolutamente in declino, indebolendo le persone e l’umanità che si trova esposta ad una grandissima vulnerabilità che ingenera paure che cercano di risolversi attraverso valori fittizi, la promiscuità, una sessualità solo fisica, lontana dal suo vero significato tutte cose che simboleggiano un’identità tradita che non può far fronte agli attacchi che giungono dall’esterno. Quando l’identità è solida non ha bisogno di temere gli scambi a tutti i livelli, ma per essere tale deve appoggiarsi a qualcosa di forte, di personale e di culturale che aiuti a riconoscere ciò che siamo, sia a livello individuale che collettivo nonché ciò che ci appartiene e cosa no”.

 

Condividi!

Tagged