Uffizi, viaggio di Pasqua nei capolavori di Raffaello Sanzio

Video de Lo Speciale

Gallerie chiuse per il Coronavirus. Il videoracconto della terza opera, per il Sabato Santo: Il Compianto sul Cristo Morto di Fra’ Bartolomeo. CosìRaffaello studiò prospettiva e uso dei colori

Fra Bartolomeo della Porta, pittore coevo di #Michelangelo e #Raffaello, è uno degli artisti più interessanti del primo ‘500.
Il suo Compianto sul Cristo Morto nella sala di Giove di #PalazzoPitti è una profonda meditazione sul dolore.
Alla sommità del dipinto si trovano i santi Pietro e Paolo, con i volti tagliati dai margini della cornice.
Alla sinistra si erge Giovanni Evangelista con il dettaglio della barbetta rada della prima giovinezza. A lui, il più giovane e il più forte, è dato il compito di sorreggere il peso fisico del corpo di Gesù.
La figura della Maddalena che abbraccia le gambe del Cristo, quasi a trattenerlo, è il momento più lirico del dipinto. Diverso dal sentimento del dolore della Madonna, più composto, quasi metafisico, Maddalena ci restituisce fedelmente la misura del dolore terreno.
Lo racconta Maria Spanò, assistente delle Gallerie degli Uffizi, dedicando il dipinto a quanti in queste settimane non hanno potuto dare l’estremo saluto ai propri cari.

GUARDA IL VIDEO

Condividi!

Tagged