Il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema slitta al 2021

Cinema

“L’anima del Premio è sempre stata segnata dall’incontro diretto tra il premiato e il pubblico che nella situazione odierna non è permesso avere”

L’edizione 2020 è rinviata a causa della grave emergenza sanitaria

La casella dell’edizione 2020 del Premio Fiesole ai Maestri del Cinema rimarrà vuota. Il prestigioso riconoscimento conferito dal Comune di Fiesole in collaborazione con il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani Gruppo Toscano è slittato al 2021 a causa dell’emergenza sanitaria internazionale.

“Ci dispiace molto dover rinunciare all’edizione 2020 del Premio Fiesole ai Maestri del Cinema – ha detto Anna Ravoni, sindaco del Comune di Fiesole – d’altra parte crediamo sia la scelta più opportuna, perché le molte restrizioni di cui dovremmo tenere conto toglierebbero all’evento le caratteristiche per cui si distingue e che lo rendono un giorno di festa e un’occasione unica di incontro ravvicinato con il regista”.

“L’anima del Premio Fiesole Maestri del Cinema – ha detto Marco Luceri, coordinatore del Sncci Gruppo Toscanoè stata sempre segnata dall’incontro diretto tra il premiato e il pubblico, attraverso un confronto, un contatto, una vicinanza, anche fisici, che nella situazione odierna non è permesso avere. Per questo motivo, di concerto con il Comune di Fiesole, abbiamo deciso di annullare l’edizione 2020 e di riprendere regolarmente lo svolgimento della manifestazione nel 2021. Inizieremo già nelle prossime settimane a lavorare all’edizione del prossimo anno, con l’auspicio che sarà una nuova grande festa per il cinema e per Fiesole”.

Il Premio ai Maestri del Cinema ogni anno porta a Fiesole alcuni fra i maggiori protagonisti maggiori della Settima arte. Nato nel 1966 per volontà del Comune di Fiesole con lo scopo di consegnare un riconoscimento a quei registi che, con le loro opere, rappresentavano il cinema italiano nel mondo, fin dal 1972 il Premio ha allargato il proprio orizzonte, proiettandosi sulla ribalta internazionale. Il 2000 segna l’avvio della collaborazione con il Gruppo toscano del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani che ne ha assunto la direzione artistica.  Il Premio prevede infine una retrospettiva dell’opera del Maestro e la pubblicazione di una monografia a lui dedicata a cura del Sncci.

Nel 2019 è stato premiato Paolo Sorrentino e negli ultimi anni Robert Guédiguian, Vittorio Storaro, Stefania Sandrelli, Dario Argento, Giuseppe Tornatore, Terry Gilliam, Toni Servillo e Nanni Moretti. Tra i grandi del passato Luchino Visconti, Michelangelo Antonioni, Orson Welles, Stanley Kubrick, Ingmar Bergman, Wim Wenders, Theo Anghelopoulos, Marco Bellocchio, Ken Loach.

Il palmarès

2020:

2019: Paolo Sorrentino

2018: Robert Guédiguian

2017: Vittorio Storaro

2016: Stefania Sandrelli

2015: Dario Argento

2014: Giuseppe Tornatore

2013: Terry Gilliam

2012: Toni Servillo

2011: Jean-Pierre e Luc Dardenne

2010: Gianni Amelio

2009: Bertrand Tavernier

2008: Nanni Moretti

2007: Spike Lee

2006: Aki Kaurismaki

2005: Francesco Rosi

2004: Ken Loach

2003: Bernardo Bertolucci

2002: Costa-Gavras

2001: Harold Pinter

2000: Marco Bellocchio

1999: Arthur Penn

1998: Peter Greenaway

1997: Theo Anghelopoulos

1996: Mario Monicelli

1995: Robert Altman

1994: Wim Wenders

1989: Alberto Lattuada

1988: Ingmar Bergman

1987: Ermanno Olmi

1986: Akira Kurosawa

1985: Paolo e Vittorio Taviani

1984: Ettore Scola

1983 Stanley Kubrick

1982: Renato Castellani

1979: Alfred Hitchcock

1974: Orson Welles

1973: Sergej Michailovič Ejzenštejn

1972: Luis Buñuel

1968: Michelangelo Antonioni

1967: Roberto Rossellini

1966: Luchino Visconti

 

Condividi!

Tagged