Settembri “L’Italia accetti le etichette a semaforo, escluse le Dop”

2 minuti di lettura

MILANO (ITALPRESS) – Un compromesso, ecco cosa ci vuole per le etichette alimentari. Con l'Italia che accetta i famosi bollini a semaforo, quelli che accendono il rosso se un cibo contiene troppi grassi, troppi zuccheri o troppo sale. E con l'Europa che esclude dall'obbligo di etichetta tutte le Dop e le Igp, ovvero buona parte del made in Italy da esportazione. La proposta, indirizzata a tutto il sistema Paese Italia, arriva da Marco Settembri, Ceo di Nestle' per l'Europa, il Medio Oriente e il Nordafrica, in un'intervista al "Sole24Ore". "Se l'Unione europea costituisce un mercato unico, e' chiaro che servono delle regole comuni – dice Settembri -. Quindi e' un dato di fatto che bisogna trovare una sintesi tra le posizioni di tutti. Il Nutriscore e' gia' stato adottato, a livello locale, ormai da una decina di Paesi tra cui l'Austria, il Belgio, la Germania, il Portogallo e piu' recentemente anche la Francia e la Spagna, due realta' mediterranee molto simili all'Italia. Con tutti questi Paesi che hanno gia' scelto di andare in questa direzione, direi che la cosa piu' conveniente per tutti e' quella di mettersi al tavolo insieme a loro". "Anche io all'inizio ero contrario al Nutriscore – sottolinea -. Come Nestle', tre anni fa avevamo anche proposto un metodo nostro, si chiamava Evolved nutrition label. Poi abbiamo pensato che potevamo appoggiare l'etichetta a semaforo, magari migliorandola. Il punto di vista che l'Italia porta avanti e' quello dei produttori soltanto. Ma i consumatori italiani, cosa ne pensano veramente?". Secondo Settembri "l'Italia deve fare fronte comune con la Francia e la Spagna dicendo si' al Nutriscore, ma trattando l'esclusione dall'obbligo di etichettatura delle sue Dop e delle sue Igp, con la motivazione che queste devono gia' sottostare a disciplinari rigidissimi". "L'Italia – dice ancora – ha tutto l'interesse a essere un attore protagonista in Europa e sono convinto che trattera'". (ITALPRESS). fsc/com 29-Lug-20 12:54

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Simest, nel primo semestre utile in crescita del 140% a 4,5 milioni

Articolo successivo

Industria, i prezzi di produzione a giugno recuperano lo 0,5%

0  0,00