La manifestazione del popolo delle mamme agita i media. Chi sono e cosa chiedono?

Politica

La manifestazione del popolo delle mamme, sabato 5 settembre, organizzata a Roma in piazza Bocca della Verità alle ore 16 contro le leggi Azzolina e Lorenzin sta facendo discutere: Ma sono davvero nazisti come qualcuno li ha definiti? O sono vegani? O sono matti? Beh, la realtà appare molto più semplice.

Loro si dichiarano mamme e nonni, categorie antropologiche deboli e poco tutelate, che scendono in difesa dei bambini, i più ignorati e aggrediti da uno Stato che sembra dimenticarsene.

Ma allora qual è la ragione per cui protestano e in massa? Per dire sì alla libertà di conoscere per decidere. Dal vaccino fino all’App Immuni, infatti, la parola che si sta perdendo è proprio libertà secondo loro.

“Chi produce il vaccino? Cosa c’è dentro? E quali effetti indesiderati si possono rischiare?” sono le loro domande. Le domande di un popolo che al regime Covid dice no, no alla manipolazione e all’utilizzo della scienza come mezzo per piegare le coscienze e la conoscenza. Prima la verità scientifica, poi si saremo liberi di scegliere”.

Vedono nel prolungamento dello stato d’emergenza una blindatura della maggioranza e del premier Conte, per loro infatti si sono già scavalcati la Costituzione e il Parlamento. Permettere che si continui ad agire in questo modo calpestando i diritti fondamentali dell’uomo attraverso il terrorismo mediatico e la serena valutazione dei dati statistici e clinici, significherebbe per loro consegnare le famiglie a una dittatura intoccabile e indiscutibile come accadeva nelle peggiori dittature.

Quanto alle regole per la scuola, ieri il ministero della Salute ha chiesto agli alunni di indossare la mascherina in classe, sono per il distanziamento che deve essere quello scientificamente provato per la sicurezza dei figli. Ma contrari alle mascherine tenute sulla bocca per tutto il tempo della lezione, che porterebbero disagi psichici e fisici ai nostri bambini e ragazzi per molti di loro.

Smentiscono infine quelle che definiscono fake news dei media, secondo cui si tratterebbe di un popolo pronto ad armarsi addirittura. Le loro armi sono la spada della verità con l’armatura della libertà, oltre che la freccia del coraggio in nome della Costituzione.

Condividi!

Tagged