LuccAutori – Aidr premia il più giovane scrittore del festival letterario

Digitale In Rilievo

Racconti nella Rete, Aidr presente alla XXVI edizione del festival letterario

L’appuntamento annuale della rassegna letteraria “LuccAutori”, giunta quest’anno alla sua XXVI edizione, si è svolta a Lucca nonostante le oggettive difficoltà imposte dalle misure anti Covid-19. Impeccabile organizzazione della rassegna condotta da Racconti nella Rete dietro la supervisione del presidente Demetrio Brandi. Come gli scorsi anni Italian Digital Revolution (Aidr) ha preso parte alla rassegna e il 3 ottobre alle ore 17, come da programma, nella sala conferenze di Villa Bottini, è intervenuto Gianfranco Ossino, Ingegnere e Responsabile dell’Osservatorio AIDR per la digitalizzazione dell’ambiente e dell’energia, per premiare lo scrittore più giovane di questa edizione Davide Deidda del 2011 con il racconto “C’erano una volta i Kinvert”. Il premio offerto dall’azienda partner dell’Aidr VmWay (azienda di servizi strutturati nel settore information e communication technology) è stato un tablet.
“La trasformazione digitale caratterizzante il cambiamento in atto – afferma Gianfranco Ossino – data la sua pervasività nel diffondersi, implica una multidisciplinarieta’ basata su due componenti culturali complementari: umanistica e scientifica. Racconti nella Rete è una chiara dimostrazione di ciò: diffondere cultura facendo ricorso alla tecnologia digitale. Oggi l’aver premiato un giovanissimo scrittore è stata una piacevole sorpresa che fa ben sperare per un futuro prossimo dove vi sia una sempre più ampia partecipazione giovanile e, con questo piccolo gesto, ci auguriamo che la cultura digitale trovi sempre più applicazione consapevole nella società”.
La serata si è conclusa con la presentazione di Daniela Barbiani del suo libro “Federico Fellini Dizionario intimo” (Piemme) e gli interventi di Vincenzo Mollica ed Ennio Cavalli.
Inedite raccolte (appunti, espressioni, ricordi, …) del regista fedelmente custodite dalla nipote Daniela Barbiani che ha voluto rendere note nella sua opera letteraria presentata.

Ufficio Stampa Aidr 

Condividi!

Tagged
Vittorio Zenardi
Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.