Il caso dei cinesi a Prato immuni dal coronavirus: è vero?

Politica

E’ libero a scoprire il caso dei cinesi a Prato che sarebbero immuni dal coronavirus. Non solo Wuhan è ormai Covid-free da mesi. I dubbi che la Cina in realtà abbia sviluppato e sperimentato il suo vaccino già da tempo si fa sempre più forte tra i complottisti.

Sarebbero soltanto cento i cittadini cinesi residenti a Prato che sono risultati positivi al Covid dall’inizio della pandemia. Libero racconta che in nove mesi la comunità orientale ha totalizzato meno della metà dei casi che Prato registra quotidianamente (ieri erano 231) ormai da tempo. A ufficializzare il dato è l’Asl Toscana Centro che per comprendere meglio il fenomeno, decisamente eccezionale, ha chiesto aiuto al consolato cinese.

Smentita l’ipotesi che i cinesi di Prato da settimane abbiano iniziato una fuga verso la madrepatria per fare ricorso a un vaccino sperimentale, l’unica spiegazione al fenomeno dell’immunità è quella del lockdown applicato alla perfezione.

Ipotesi confermata anche dai mediatori che il consolato cinese ha messo a disposizione dell’Asl per fare da ponte con la comunità orientale. “Abbiamo incontrato il console cinese a cui abbiamo chiesto collaborazione per comprendere meglio alcune dinamiche che osserviamo all’interno della comunità”, conferma – sempre come riporta – Libero Renzo Berti, direttore del Dipartimento di igiene e prevenzione dell’Asl Toscana Centro. ”

Isolati dal resto dei connazionali e dal resto della città smentisce l’ipotesi vaccino dunque.

Condividi!

Tagged