Salvini “Via maestra il voto oppure un governo di centrodestra”

3 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – "Penso che finirà in nulla e che questo continuo litigio porterà a un logoramento che farà saltare tutto. La via maestra sarebbero le elezioni, l'unica alternativa percorribile alle elezioni è un governo a guida centrodestra, non guidato da me, ci sono economisti e imprenditori che potrebbero accompagnare il Paese". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, intervistato da Claudio Brachino per la rubrica "Primo Piano" dell'agenzia di stampa Italpress. Parlando dell'incontro previsto in serata tra il premier Conte e la delegazione di Italia Viva ha aggiunto: "si devono vedere Conte e Renzi stasera…una tragicommedia. Renzi parla parla ma secondo me due poltrone, tre nomine e quattro incarichi…e tra un mese siamo punto e a capo". Sulle ulteriori misure restrittive che il governo sta valutando per le festività natalizie, il leader del Carroccio ha ricordato come in Germania i cittadini "sanno cosa fanno da oggi fino a metà gennaio, quindi regole chiare e per tempo. Fai come in Germania che ti fa chiudere e fa il bonifico fino a 150 mila euro. Qui non si sa cosa accade domani, non è possibile brancolare nel buio e navigare a vista. Il giorno di Natale non ha solo un valore economico ma anche affettivo, tutti i Paesi europei permettono con dei limiti numerici giusti di potersi riunire in maniera cauta, ma chiudere nei limiti dei piccoli comuni italiani, separare famiglie, lasciare soli anziani e disabili è una sciocchezza". Parlando delle proposte del centrodestra ha assicurato come salute, lavoro, scuola siano "i tre pilastri su cui stiamo lavorando. Noi non chiediamo un rinvio perche' si tratta di mettere la polvere sotto il tappeto, quindi o pace fiscale o saldo e stralcio, il rinvio non serve". Sull'utilizzo delle risorse del Recovery Fund ha spiegato: "La maggior parte di quei soldi sono prestiti e li devi restituire, quindi devi investirli bene. Primo tema sono le infrastrutture tecnologiche e digitali, poi le infrastrutture fisiche. Il Ponte sullo stretto sarebbe una immagine dell'Italia nel mondo pazzesca, c'e' un progetto che darebbe una immagine dell'Italia a impatto ambientale zero. L'Italia che riparte con uno dei ponti più belli del mondo dopo decenni di chiacchiere", ha concluso. (ITALPRESS). tan/mgg/red 17-Dic-20 12:20

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Liberati i pescatori di Mazara del Vallo

Articolo successivo

Zaia “Dal 19/12 al 6/1 confini comunali chiusi alle 14 in Veneto”

0  0,00