RADIO INDIA torna on air con SETTE CONCERTI DI CAPODANNO

Cultura e Cinema In Rilievo

Per sei sere e una notte intera, tra una fine e l’inizio, RADIO INDIA si risveglia per un rituale celebrativo on air con Sette concerti di Capodanno, un palinsesto radiofonico di una settimana – da ieri 28 dicembre fino al 3 gennaio in diretta streaming su Spreaker.com tutti i giorni dalle 18 alle 21, e tutta la notte di Capodanno (tra il 31 dicembre e il 1° gennaio) dalle 22 alle 7 del mattino – che irradierà il teatro in città attraverso un programma ogni giorno diverso tra produzioni sonore, narrazioni, operette, predizioni e interviste, bibliografie e discografie, archivi e paesaggi sonori di cui Radio India si fa collettore, altoparlante e propulsore.

Un filo diretto con la città, in sincronia costante con il Capodanno di Roma 2021 OLTRE TUTTO: l’ultima notte dell’anno il Teatro India si accende e rimane sveglio raccogliendo vibrazioni e trasmettendo frequenze dalla città all’etere fino all’alba.

Ormai porto stabile del Teatro India, l’esperienza di Radio India prosegue con la sua sperimentazione allargandosi e dotandosi, in questa occasione, di una redazione composta da 12 artisti/e e professionisti/e, che sarà sempre presente e trasmetterà ogni giorno live: Industria Indipendente, Michele Di Stefano, Silvia Rampelli, Daria Deflorian, Riccardo Festa, DOM-, Fabio Condemi, Matteo Angius e Francesca Corona, assieme alle voci, ai suoni e ai pensieri di oltre 20 ospiti, tra conversazioni e contributi artistici, come Riccardo Venturi, Claudia Castellucci, Elena Biserna, Carlos Casas, DJ Marcelle, Tomás Saraceno, Carlos Casas e altro ancora.

Nata dalla fabbrica del pensiero che è stata durante i mesi del lockdown il progetto produttivo e abitativo Oceano Indiano, Radio India traghetterà ora gli ascoltatori verso il 2021 con 7 giorni di programmazione per 27 ore complessive di ascolto, di cui 9 consecutive la notte di Capodanno. Ogni sera alle 18 si terrà un concerto diverso, con diversi movimenti e andamenti: se Claudia Castellucci condividerà un tempo di lavoro, realizzando un’opera sonora per l’occasione con debutto il 29 dicembre, Elena Biserna curerà e porterà una selezione di lavori ed esperimenti radiofonici; l’astrologa Stefania Marinelli sovrapporrà calendari, Valerio Mannucci consiglierà una bibliografia dedicata, mentre il film maker e artista di fama internazionale, Carlos Casas, proporrà un lavoro inedito intrecciando con il suono rito e natura con debutto il 2 gennaio. Poi la musica di DJ Marcelle ci accompagnerà nella notte di Capodanno, i racconti di Fridays for Future e dell’Accademia delle piccole filosofe, e tanto altro ancora.

Ogni giornata avrà una caratterizzazione propria e speciale, e troverà il suo posto in relazione a un originale percorso di ascolto che attraverserà ed esplorerà le possibilità della voce umana e della relazione con il suono.  Il 29 dicembre, tra il sonno e la veglia, il respiro si trasforma in materia con Terra cielo; il 30 dicembre con Spiegami amore si declina il linguaggio amoroso in suono, poesia e canto; il 31 dicembre salutiamo il nuovo anno con una lunga notte d’amori, musiche e suoni, radioamatori e onde corte con Because the night per ri-abitare la notte, costruendo antenne per lanciare e raccogliere segnali o interferenze; il 1° gennaio riti di fertilità e buoni auspici per l’anno che inizia con Suite n°1; si prosegue il 2 gennaio con Parlamento delle cose all’ascolto di altri mondi, altri oggetti, mondi e riti che si manifestano in nuove sovrannaturali possibilità di ascolto; infine il 3 gennaio Regarde la lumière conclude con due luminose produzioni, un’operetta collettiva “da supermercato” con libretto di Daria Deflorian e un live musicale che farà da gran finale.

Condividi!

Tagged