A Digitale Italia focus su comunicazione istituzionale

Digitale In Rilievo

Ospite del format di Aidr Vincenzo Scotti: Dialogo tra istituzioni e cittadini sia reale

Il nuovo ruolo della comunicazione istituzionale durante l’emergenza Covid-19 al centro della seconda puntata del format web Digitale Italia, promosso da Aidr. Ospiti della rubrica, il Prof. Vincenzo Scotti, più volte ministro della Repubblica e la senatrice Kristalia Papaevangeliu, Avvocato e Responsabile Osservatorio Giustizia Digitale – Aidr.

“Le nuove tecnologie hanno completamente cambiato il nostro modo di comunicare. L’informazione oggi più che mai è circolare, non più unidirezionale. Così nel suo intervento il prof. Scotti. Attraverso i social network e i blog i cittadini non solo hanno maggiore accesso alle informazioni, ma hanno la possibilità di interagire direttamente con le istituzioni attraverso un semplice clic. La tecnologia – da sola non basta, serve un nuovo approccio da parte delle istituzioni per comprendere la portata di questa rivoluzione. Il dialogo deve essere reale, le istituzioni usino i nuovi mezzi di comunicazione per mettersi in ascolto dei cittadini”.

“La comunicazione istituzione in questi mesi ha assunto un ruolo centrale nella gestione della pandemia. È stata uno strumento essenziale per garantire un ponte tra Stato e cittadini –  così la senatrice Papaevangeliu. Adesso più che mai è necessario però fare quel passo in avanti in direzione dell’attuazione della rivoluzione digitale, di cui l’associazione Aidr si fa promotrice da anni. Ai nuovi linguaggi deve seguire la garanzia di un nuovo modo di approcciarsi da parte delle istituzioni.”

Puoi vedere la puntata qui (https://www.aidr.it/digitale-italia-comunicazione-pubblica-2-0-video/)

Puoi ascoltare il podcast qui (https://www.aidr.it/digitale-italia-comunicazione-pubblica-2-0/)

Condividi!

Tagged
Vittorio Zenardi
Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.