Consumi, a gennaio indicatore Confcommercio in calo del 12,9%

News Italpress

ROMA (ITALPRESS) – A gennaio l'Indicatore dei consumi Confcommercio (ICC) registra, nel confronto annuo, un calo del 12,9%, sintesi di riduzioni del 38% per i servizi e del 3,1% per i beni. A gennaio, in linea con quanto si √® registrato nell'ultimo anno, le dinamiche settoriali evidenziano un quadro particolarmente articolato. L'evoluzione dei diversi segmenti di consumo continua, infatti, a essere determinata non tanto dalle preferenze dei consumatori, ma dalle necessit√† imposte dallo stile di vita a cui ha costretto la pandemia. Come gi√† avvenuto nei mesi precedenti, sono i servizi legati alla mobilit√† e alla fruizione del tempo libero quelli che hanno segnalato gli andamenti pi√Ļ negativi. Per molti segmenti i cali superiori al 50% sono diventati quasi la norma, rendendo sempre pi√Ļ concreta l'ipotesi di dover ricostruire, all'uscita dalla crisi sanitaria, un sistema produttivo fortemente depauperato. Ricostruzione che non potr√† essere immediata. In forte difficolt√† continuano a trovarsi anche alcuni segmenti della domanda relativa ai beni, che nel complesso hanno tenuto meglio rispetto ai servizi. In particolare per l'abbigliamento e le calzature anche la concomitanza con l'inizio dei saldi invernali non sembra aver rappresentato uno stimolo adeguato (-16,4% nel confronto con gennaio 2020). In decisa riduzione continua a risultare anche la domanda di carburanti (-16%) segmento che risente in misura di rilievo delle limitazioni alla mobilit√†. Sulla base delle dinamiche registrate dalle diverse variabili che concorrono alla formazione dei prezzi al consumo Confcommercio stima per il mese di febbraio un aumento dello 0,2% in termini congiunturali e dello 0,4% su base annua. (ITALPRESS). ads/com 17-Feb-21 16:31

Condividi!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.