Sanremo, 2^ serata tra gag, Schwazer, emozione Elodie e Pausini

4 minuti di lettura

SANREMO (ITALPRESS) – I palloncini sulle sedie colorate e il valletto munito di guanti per la consegna dei fiori sono i primi aggiustamenti della seconda serata del 71° Festival di Sanremo dedicata alla musica italiana nel mondo che si apre all'esterno, con Fiorello in versione angelo nero con ali di piume che entra all'Ariston dove ad accoglierlo oltre ad Amadeus, da ieri – dopo la confessione estortagli da Fiorello – «Patato» per tutti non soltanto per la moglie Giovanna Civitillo. Tante battute, gag e istrionerie – tra cui il presunto inedito di Vasco Rossi sugli "umarell", i vecchietti che guardano i cantieri, dal titolo "Gli scavi sopra" – che, anche in questa serata si mescolano con gli appelli, a cominciare da quello a organizzare «una campagna vaccinale potente perché questo incubo finisca». La casella co-conduttrice della serata è occupata da Elodie, un anno fa in gara con Andromeda, che alla prima uscita, di rosso vestita, perde un orecchino e dice: «Io sono così, faccio anche cose buffe»; alla seconda, invece, è protagonista di un medley che parte con "Tequila e Guaranà" e si conclude con "Soldi". Il capitolo ospiti, invece, si apre con Laura Pausini appena insignita del Golden Globe per "Io sì (Seen)": presentata da Fiorello con un mashup tra "Bohemian Rapsody" e "La solitudine", scende le scale ed emozionata, confessa di «avere la lingua a cammello per aver finito la saliva». Un omaggio a Ennio Morricone è tributato dal figlio Andrea sul podio a dirigere l'Orchestra di Sanremo, da Nello Salza tromba solista dell'orchestra del compianto Maestro e da Il Volo che stanno lavorando a un progetto per ricordarlo. Gigliola Cinquetti, Fausto Leali e Marcella Bella omaggiano il passato sanremese, mentre Gigi D'Alessio porta all'Ariston "Guagliuni" con i rapper Enzo Dong, Ivan Granatino, Lele Blade, Samuray Jay e Max D'Ambra. Sul fronte sportivo salgono sul palco l'attaccante della Nazionale azzurra di calcio Cristiana Girelli e Alex Schwazer, il marciatore oro a Pechino 2008 che, dopo essere stato riabilitato dalla giustizia ordinaria, vuole essere giudicato dalla giustizia sportiva e poter iniziare la qualificazione olimpica: «Ho perso un'Olimpiade e diverse gare, non voglio perderne altre». Ad aprire le esibizioni dei Campioni è Orietta Berti, di ritorno all'Ariston dopo 29 anni dalla sua ultima partecipazione pronta a bacchettare Fiorello che gliene aveva accreditati 19. Torna sul palco Bugo, senza Morgan, e arriva l'esordiente Gaia, vincitrice di Amici 2020, con il suo ritmo latineggiante. Con Lo Stato Sociale è subito festa con tanto di spettacolo e scatola di cartone dalla quale, a fine canzone, spunta Lodo Guenzi che lascia la ribalta agli altri del collettivo. In ultimo il video di Irama che non può cantare all'Ariston per la positività di due suoi collaboratori ma rimane in gara grazie a una modifica del regolamento accettata da tutti gli altri. Va oltre la mezzanotte anche il secondo quadro di Achille Lauro. Elodie si commuove sul palco quando racconta la sua infanzia difficile. Al termine della serata la classifica generale che vede in testa Ermal Meta, seguito da Annalisa e Irama. (ITALPRESS) col/mgg/red 04-Mar-21 01:45

Italpress

Agenzia di Stampa

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

IO SONO IL MALE di Andrea Cavaletto e Lisa Zanardo arriva in libreria

Articolo successivo

Molly Monster – Il Film arriva su Prime Video

0  0,00