UPS, un progetto per un’equa distribuzione globale dei vaccini anticovid

4 minuti di lettura

MILANO (ITALPRESS) – UPS, la UPS Foundation e UPS Healthcare si stanno attivando per supportare un programma di consegne equo e una supply chain globale sostenibile per i vaccini anti COVID-19. UPS, in collaborazione con COVAX, Gavi – the Vaccine Alliance e CARE, promuoverà inizialmente la consegna di 20 milioni di dosi in paesi che non hanno avuto accesso a un quantitativo sufficiente di vaccini, con particolare attenzione a gruppi prioritari quali ad esempio gli operatori sanitari. "Riteniamo di avere la capacità, e la responsabilità, di promuovere e accelerare una consegna equa di vaccini anti COVID-19 a livello globale" ha dichiarato Scott Price, Presidente di UPS International. "UPS continua a organizzare e ispirare iniziative nell'ambito di una rete di partner pubblico-privati che assicurerà una distribuzione dei vaccini più efficiente ed equa. Il nostro lavoro si concentra su paesi con risorse limitate e supply chain e infrastrutture insufficienti. L'obiettivo è semplice e il nostro impegno è forte: contribuire al progresso di tutti consegnando ciò che conta". UPS Healthcare e la UPS Foundation doneranno freezer a bassissime temperature necessari per la conservazione delle dosi di vaccino alla corretta temperatura in diversi ambienti; metteranno a disposizione la competenza logistica dei dirigenti UPS e il coordinamento con i produttori di vaccini e le ONG partner per gestire e snellire le consegne. Il supporto iniziale ammonta complessivamente a oltre 3 milioni di dollari in contributi stanziati dalla UPS Foundation in favore di partner globali. L'impegno in ambito di capacity building consisterà in un contributo di 2 milioni di dollari destinati a Gavi, che a sua volta ne aggiungerà altrettanti per portare il totale a 4 milioni di dollari. Con un ulteriore milione di dollari in aiuti in natura, la UPS Foundation fornirà soluzioni di trasporto, mettendo anche a disposizione capacità legate alla catena del freddo sotto forma di freezer e competenze tecniche per partner che ne avranno necessità. "Considerate le forniture limitate nell'immediato futuro, i vaccini anti COVID-19 costituiscono probabilmente la commodity più preziosa di quest'anno" ha dichiarato Seth Berkley, CEO di Gavi. "Ogni singola dose è estremamente importante ed è fondamentale che i nostri paesi partner abbiano il supporto e gli strumenti necessari per consegnare vaccini in maniera efficace e efficiente a coloro che ne hanno bisogno. Questo supporto si fonda sulla partnership di lunga data tra Gavi e la UPS Foundation, che mira a garantire che ogni bambino nei paesi sostenuti da Gavi riceva vaccini salvavita". La UPS Foundation supporterà inoltre l'iniziativa "Fast + Fair" di CARE, che si focalizza sulla distribuzione equa di vaccini anti COVID-19 a favore di gruppi a rischio, tra cui operatori sanitari, caregiver e rifugiati, inizialmente in 11 paesi inclusi Bangladesh, Benin, Repubblica Democratica del Congo, India e Sudan del Sud. "Essendo parte di una comunità globale, nessuno di noi sarà al sicuro fino a quando non lo saremo tutti" ha dichiarato Nikki Clifton, Presidente della UPS Foundation. "Stiamo attuando questo progetto poiché è ora di unire i nostri sforzi in tutto il mondo. Ora è tempo di consegnare i vaccini, e la speranza, a tutti, indipendentemente dalla loro ricchezza o dal luogo in cui si trovano". (ITALPRESS). abr/com 04-Mar-21 12:05

Italpress

Agenzia di Stampa

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Open Fiber, banda ultralarga in 4900 edifici scolastici italiani

Articolo successivo

Nel 2020 un milione di italiani in più in povertà assoluta

0  0,00