cialis dosaggi consigliati dove comprare viagra cialis a torino in 24 ore viagra pills online farmaci generici viagra cialis cialis professional italia viagra generico italia farmacia gambe gonfie farmaco lasix per quanto dura l effetto dell antibiotico sulla pillola prezzo di cialis in farmacia dove acquistare viagra generico online ci vuole la ricetta per il viagra in italia alternative alle pillole di viagra zimox antibiotico generico antibiotici italia statistiche posso assumere il viagra senza ricetta medica acquistare cialis in contrassegno macete boba de borgo viagra farmacia crema antibiotica senza ricetta viagra online italia forum acquistare viagra cialis online italia antibiogramma dosaggi antibiotico pillola anticoncezionale cerazette e antibiotico cialis 5 mg prezzo migliore ho predo antibiotivo ciclo grnuto con pillola buy viagra online netherlands il viagra dopo 10 anni e diventato generico comprar levitra 10 mg bucodispersable generic viagra online reviews antibiotico e pillola yasminelle pillola viagra e altri medicinali antidepressivi di prima e seconda generazione levitra orodispersole prezzo 2018 viagra connect spedizione italia overnight shipping viagra online kamagra oral jelly dove comprare

Opere pubbliche, Giovannini “Scioglieremo i nodi del sistema appalti”

2 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – "Non possono essere i commissari l'unica soluzione, né si può pensare di replicare il modello Genova dal momento che lì si è operato in condizioni straordinarie e irripetibili". Lo dice al quotidiano La Repubblica il ministro per le Infrastrutture e la mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, che propone un "piano semplificazioni" per accelerare la realizzazione delle opere pubbliche che potranno beneficiare anche delle risorse europee del Next Generation Eu. Il Parlamento ha dato il via libera al commissariamento di 58 opere già finanziate per circa 40 miliardi, per un valore complessivo di 66 miliardi. Per Giovannini "c'è un incrocio tra le opere pubbliche, comprese alcune delle 58 già sbloccate, con i fondi europei. Il Piano di ripresa e resilienza prevede che diverse opere possano essere finanziate con le risorse europee. Purché rispettino i vincoli previsti dalle regole di Bruxelles: servono progetti molto dettagliati e sostanziosi. E che abbiano un impatto positivo sull'economia e sulla vita di imprese e cittadini, in un ottica di sviluppo sostenibile. Il tutto entro il 2026 deve essere messo in esercizio". "Quella dei commissari non può essere l'unica soluzione. Il ricorso a questa soluzione sarà efficace nei casi che lo richiederanno – ha aggiunto il ministro -. Nei prossimi giorni annunceremo una iniziativa innovativa per sciogliere alcuni nodi nel sistema degli appalti in vista della stesura definitiva del Piano di ripresa e resilienza". Per Giovannini "finora il dibattito si è concentrato soprattutto sul codice degli appalti. Si pensa che siano tutti lì i problemi. In realtà non esiste la bacchetta magica. Un recente studio della Banca d'Italia ha calcolato i tempi medi delle varie fasi di realizzazione di un'opera pubblica. Bene, sono necessari due anni per la fase di progettazione, sei per l'affidamento, due per l'esecuzione. Insomma, circa il 40 per cento del tempo complessivo ha a che fare con la capacità degli enti appaltanti a definire un progetto. Qui non c'entra il codice degli appalti ma il depauperamento di professionalità che ha subìto la nostra pubblica amministrazione". (ITALPRESS). sat/red 12-Mar-21 08:37

Italpress

Agenzia di Stampa

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Honda, nuovo fio dell’aria riduce rischio infezione da Covid-19

Articolo successivo

America’s Cup in equilibrio, Luna Rossa e New Zealand sul 2-2

0  0,00