/

È Roma o una Magia di Piranesi?

2 minuti di lettura
San Giovanni in Laterano in un'acquaforte di Giovanni Battista Piranesi (ANSA-DEA)

Sono due “mondi”, Roma e Piranesi, che, tale è la ricchezza simbolica ed evocativa che racchiudono da avere e trasmettere incredibili coincidenze, quasi Junghiane.

La città più che un luogo è un simbolo, un punto di paragone per la storia, un tale crogiuolo di fatti ed accadimenti, da diventare “eterna”, per il continuo ritorno di centralità sul palcoscenico della storia umana. Anche Piranesi, artista, architetto e archeologo, è non definibile, tanto è grande e complesso il suo genio, da non poter essere compreso e contenuto in una o più definizioni.Un po’ come Leonardo, divenuto sinonimo di genio.

Piranesi è un racconto di Roma. E Roma è una magia di Piranesi. Talmente ne è geniale interprete , che non si sa più dove è il reale resto archeologico e dove crea la sua immaginazione. E infatti , guardando le sue incisioni, ci sembra di vedere la Roma reale o tutt’al più sapientemente ricostruita.  Ma c’è qualcosa in più. Talmente l’ha capita, che anche se la crea lui, noi che guardiamo incantati, ci convinciamo che è così… è l’artista che comprende e dilata l’anima della sua creazione.

 

 

Roma esiste, è potentemente reale con il suo incredibile passato, come ci raccontano le sue impressionanti testimonianze, ma lui ne fa un racconto irreale e potente, ma talmente giusto da sembrarci vero, anzi, forse più vero del povero avanzo di colonna o di monumento. Lui e Roma sono talmente potenti e unici , che la storia la scrivono loro! E come vogliono.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Draghi “Far ripartire processo di convergenza tra Sud e Centro-Nord”

Articolo successivo

UPS Healthcare espande network catena del freddo, nuova struttura a Roma

0  0,00