Competenze digitali e formazione degli studenti, approfondimento a Digitale Italia

1 minuto di lettura

I risultati del progetto europeo promosso da Aidr

Nel prossimo futuro le competenze digitali saranno imprescindibili nel mondo del lavoro. Ad oggi però in Italia si registra ancora un forte ritardo sul fronte della formazione dei nostri ragazzi. In che modo la scuola può colmare il gap esistente, in quali ambiti disciplinari si può intervenire? A Digitale Italia puntata dedicata ai temi della formazione e delle competenze digitali. Ospiti del format web di Aidr, Rosario Fondacaro e Fulvio Benussi, due soci dell’Associazione Italian Digital Revolution, che fanno parte del team di formazione del progetto Re-Educo, iniziativa della Commissione Europea, volta a promuovere negli Stati membri un nuovo approccio alla formazione digitale degli studenti. Durante la puntata saranno analizzati i risultati fin qui raggiunti dal progetto europeo nelle scuole italiane che hanno aderito all’iniziativa.

Puoi vedere la puntata qui https://www.aidr.it/competenze-digitali-il-progetto-re-educo-per-lin-formazione-degli-studenti-video/

Puoi ascoltare la puntata qui https://www.aidr.it/competenze-digitali-il-progetto-re-educo-per-lin-formazione-degli-studenti/

Vittorio Zenardi

Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ius Soli, Lamorgese “Serve grande condivisione in Parlamento”

Articolo successivo

Draghi “La scuola fino alla prima media riaprirà dopo Pasqua”

0  0,00