viagra con altri farmaci tipo antibiotici si può acquistare il cialis senza ricetta in farmacia cialis 5mg online pharmacy comprare viagra a dubai antidepressivi italia lista antibiotici auricolari senza ricetta introduzione antibiotici in italia dosaggio antibiotico fermentazione lieviti si puo acquistare il viagra donna senza ricetta antibiotico neoduplamox costo salute e benessere quando il cialis diventa generico in italia viagra generico senza ricetta in farmacia bassado antibiotico costo dosaggio viagra copertura pillola con antibiotici acquisto pastiglie levitra medicinale buy cialis online uk antibiotico urinario largo spettro per cani senza ricetta come comprare viagra in farmacia costo della antibiotica ci vuole ricetta per viagra priligy farmacia con ricetta prezzo prezzo viagra generico farmacia eufrasia teggio calabria farmaci per disfunzione erettile bracco dove comprare viagra cialis a torino in 24 ore cialis 5 mg originale antibiotico augmentin pillola buy cialis online with paypal uk antibiotico generico cane quale dosaggio di cialis conviene prendere viagra per donne farmacia marina ragusa senza ricetta principio attivo dei farmaci antidepressivi cialis 1 o 2 pastiglie viagra pfizer senza ricetta farmaci antivirali ad azione diretta

Nell’anno del Covid 384 mila abitanti in meno in Italia

2 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – Al 31 dicembre 2020 la popolazione residente in Italia è inferiore di quasi 384 mila unità rispetto all'inizio dell'anno, come se fosse sparita una città grande quanto Firenze. Gli effetti negativi prodotti dall'epidemia Covid-19 hanno amplificato la tendenza al declino di popolazione in atto dal 2015. È quanto emerge da un report dell'Istat. Nel 2020 si registra un nuovo minimo storico di nascite dall'unità d'Italia, un massimo storico di decessi dal secondo dopoguerra e una forte riduzione dei movimenti migratori. Crolla il numero dei matrimoni celebrati: 96.687, -47,5% sul 2019 (-68,1% i matrimoni religiosi e -29% quelli con rito civile). La popolazione residente in Italia ammonta a 59.257.566 unità, 383.922 in meno rispetto all'inizio dell'anno (-0,6%). Il declino demografico avviatosi dal 2015 è stato accentuato dagli effetti che l'epidemia Covid-19. "Alle conseguenze dirette del virus dovute ai decessi si sono aggiunte le ripercussioni che le misure, volte a contenere la diffusione dei contagi, hanno prodotto sulla vita delle persone (restrizioni di movimento, interruzione totale o parziale di attività lavorative, limitazione nel numero di partecipanti alle cerimonie)", spiega l'Istat. La perdita di popolazione del Nord, soprattutto nella prima ondata, appare in tutta la sua drammatica portata. Se nel 2019 il deficit di popolazione era stato piuttosto contenuto sia nel Nord-ovest che nel Nord-est (rispettivamente -0,06% e -0,01%), nel corso del 2020 il Nord-ovest registra una perdita dello 0,7% e il Nord-est dello 0,4%. Il Centro vede raddoppiare in termini percentuali il deficit di popolazione (da -0,3% del 2019 a -0,6% del 2020) mentre il Sud e le Isole, più colpite nella seconda ondata (da metà settembre), subiscono una perdita dello 0,7%, simile a quella del 2019, per effetto della tendenza allo spopolamento già in atto da diversi anni. (ITALPRESS). sat/com 26-Mar-21 11:44

Italpress

Agenzia di Stampa

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Polemica-Dante. Pregiudizio anti-italiano, peccato religioso e peccato laicista

Articolo successivo

Centrodestra vola nei sondaggi con la doppia strategia di governo e opposizione

0  0,00