Accessibilità dei contenuti web, Aidr e Lia sostengono la pubblica amministrazione

3 minuti di lettura

Nicastri (Aidr) e Mussinelli (Lia): seminari online per rendere il web patrimonio universale

Il patrimonio della rete a beneficio di tutti, affinché il web sia davvero universale. L’associazione Aidr e la Fondazione Lia insieme con una serie di iniziative volte a promuovere la piena fruizione dei contenuti digitali. In quest’ottica è stato introdotto il webinar gratuito sugli adempimenti relativi agli “Obiettivi annuali di accessibilità” rivolto alle pubbliche amministrazioni. Il seminario online, che si è tenuto in questi giorni, ha registrato la partecipazione di dirigenti scolastici, funzionari di PA centrali e locali e di liberi professionisti. Al centro dell’approfondimento le misure per la redazione e pubblicazione degli Obiettivi annuali di accessibilità, così come stabilito dal Decreto legge n. 179/2012, art. 1, co. 2.  Grazie al supporto di un team di professionisti, sono stati affrontati i temi legati agli adempimenti previsti dalla normativa, nel rispetto delle linee guida Agid in materia di accessibilità, con particolare attenzione alle misure volte a garantire la fruizione dei siti da parte di utenti con disabilità visive, uditive e tattili. Il seminario on-line rientra nell’ambito dell’accordo stipulato nei mesi scorsi tra l’associazione Aidr e la Fondazione Lia.

I due enti no profit, da anni impegnati nella diffusione dei temi legati alla digitalizzazione e all’accessibilità in rete, cooperano in stretta sinergia con una serie di iniziative volte a rafforzare la piena fruizione degli strumenti del web. “Abbiamo voluto inaugurare il ciclo di seminari di formazione sulla digitalizzazione con un evento dedicato ai temi dell’accessibilità – ha sottolineato il presidente dell’associazione Aidr Mauro Nicastri, perché siamo convinti che la rivoluzione digitale è reale solo se è a beneficio di tutti. Insieme a Fondazione Lia abbiamo intrapreso un percorso di collaborazione proficua, che sta riscuotendo grandissimo interesse, come  la pubblicazione di una collana editoriale dedicata ai temi della digitalizzazione e disponibile gratuitamente sulla nostra piattaforma online (https://www.aidr.it/ebook/). “La fondazione Lia – ha concluso il segretario generale Cristina Mussinelli, nasce con l’obiettivo di permettere a tutte le persone con disabilità visiva o difficoltà di lettura di scegliere come, quando e, soprattutto, cosa leggere, favorendone così l’integrazione sociale e la partecipazione attiva al mondo della cultura, della scuola e del lavoro. In quest’ottica acquista una valenza ancora maggiore, se possibile, la promozione di queste tematiche all’interno della pubblica amministrazione.”

Vittorio Zenardi

Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Cdp, utile netto 2020 in crescita a 2,8 miliardi

Articolo successivo

Tg News – 31/3/2021

0  0,00