Alexander-Arnold e Keita vittime insulti razzisti sui social

2 minuti di lettura

I due giocatori del Liverpool presi di mira dopo la sconfitta in Champions LIVERPOOL (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – Il calcio inglese continua a dover fare i conti col razzismo social. Gli ultimi due giocatori a essere bersaglio di insulti di carattere discriminatorio sono Trent Alexander-Arnold e Naby Keita, protagonisti in negativo della sconfitta di ieri sera del Liverpool a Madrid contro il Real, nell'andata dei quarti di Champions. Degli emoji a forma di scimmia sono stati postati sugli account Instagram dei due giocatori, che hanno subito incassato la solidarietà del club: "Una volta di più ci troviamo a discutere tristemente di abusi razzisti abominevoli la mattina dopo una partita di calcio. È assolutamente inaccettabile e deve finire. Come club offriremo ai nostri giocatori tutto il sostegno che potrebbero richiedere e lavoreremo anche con le autorità per identificare e, se possibile, perseguire questi responsabili. Sappiamo però che tutto questo non sarà sufficiente fino a quando le piattaforme dei social media e gli organismi regolatori non adotteranno le misure preventive più forti possibili". Da tempo gli insulti razzisti sui social dei calciatori sono all'ordine del giorno – ieri è stata la volta di Ivan Toney, attaccante del Brentford – e le proteste sono crescenti: Thierry Henry ha disattivato tutti i suoi account, Gareth Bale si è detto pronto a imitarlo e anche l'Arsenal ha minacciato di sospendere tutti i propri profili social. (ITALPRESS). glb/red 07-Apr-21 15:30

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

D’Incà “Aiuteremo chi è in difficoltà”

Articolo successivo

Covid, Pandolfi (Ausl Bologna) “Riduzione sistematica del contagio”

0  0,00