Empoli, Corsi “A Reggio Emilia tappa fondamentale per ripartire”

4 minuti di lettura

Il presidente del club toscano: "Siamo in una fase decisiva, spero che la pressione venga gestita nel modo giusto" FIRENZE (ITALPRESS) – "Siamo in una fase decisiva, mi auguro che la pressione venga gestita al meglio dallo staff, dal mister e dai ragazzi. Abbiamo recuperato tre giocatori per la partita di venerdì perché in questo momento, dopo venti giorni di stop e le vicissitudini che tutti conoscono, per noi diventa la tappa fondamentale per ripartire e riprendere il nostro percorso". Lo ha detto ai microfoni di 'Antenna 50' il presidente dell'Empoli, Fabrizio Corsi, in vista della sfida contro la Reggiana che arriva dopo un periodo davvero difficile per la squadra. "Ci sentivamo dei privilegiati perché avevamo avuto solo 4-5 casi di contagio, tre prima della trasferta di Pordenone, invece il virus ha colpito anche a noi in maniera significativa e da questo punto di vista c'è qualcuno più fortunato di noi in questo campionato -ha aggiunto Corsi -. La squadra è molto concentrata, determinata, ieri hanno fatto un buon allenamento, oggi inizierà un lavoro più specifico in vista della prossima partita. Cerchiamo di arrivarci nel miglior modo possibile". La Reggiana "è una squadra molto scorbutica che ha grande energia, voglia e fame. Sono queste le partite più difficili che ci toccheranno da qui alla fine – ha detto il presidente dell'Empoli -. Dovremo affrontare l'Ascoli, il Cosenza e la Cremonese, tutte avversarie difficili ma in questo periodo preferirei affrontare la Salernitana o il Lecce, per tanti motivi. Il campionato non fa sconti, un'avversaria per volta fino alla fine". Contro la Cremonese l'Empoli recupererà la sfida non disputata il 2 aprile scorso, martedì prossimo, mentre la gara contro il Chievo Verona, saltata a causa del provvedimento dell'Asl per le tante positività nel gruppo squadra, è al momento sub-iudice. "Abbiamo fatto una nostra istanza al giudice sportivo portando le nostre argomentazioni e tutta la documentazione relativa a quanto accaduto nelle ultime due settimane, ovviamente inclusi i provvedimenti della Asl che hanno determinato qualsiasi tipo di iniziativa rispetto alla gestione del gruppo e degli allenamenti – ha spiegato Corsi -. Credo che ci sarà un primo giudizio a breve, poi credo che ci saranno i ricorsi dell'una o dell'altra squadra. Noi ci aspettiamo che si giochi la partita". Sul protocollo firmato a inizio stagione per permettere la disputa dei campionati, Corsi dice: "Mai mi sarei aspettato che la Asl prendesse il sopravvento rispetto ai provvedimenti del mondo sportivo. Penso ad esempio allo stop della Asl verso il Napoli che stava andando a Torino. Il problema è garantire la salute. Noi abbiamo fiducia che si possano giocare le partite rinviate. Questa è un'esperienza nuova per tutti, non solo dal punto di vista sportivo. Ora bisogna cercare di trarre il meglio da questa situazione e fare il massimo. Io confido nel valore della squadra e allo stato attuale mi pare di capire che ci presenteremo a Reggio Emilia con 15 giocatori di movimento e tre portieri, vediamo se riusciremo a recuperare qualcuno per portarlo almeno in panchina". (ITALPRESS). lc/ari/red 07-Apr-21 12:50

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Vaccini, un sondaggio: cresce la fiducia in Johnson & Johnson

Articolo successivo

Tg News – 7/4/2021

0  0,00