Ten Hag “Roma forte e Ajax in forma, mi aspetto una grande gara”

4 minuti di lettura

Il tecnico degli olandesi elogia Fonseca: "Ottimo tecnico, servirà un'ottima prova" AMSTERDAM (OLANDA) (ITALPRESS) – Grande rispetto per la Roma, ammirazione per Paulo Fonseca, ma la tendenza a…non fidarsi. Alla vigilia dell'andata dei quarti di finale di Europa League, il tecnico dell'Ajax, Erik Ten Hag, elogia gli avversari e parla di una sfida che si gioca sui 180 minuti, con i primi 90 in programma domani alla Johan Cruijff ArenA. "La Roma è un'ottima squadra. Come tutte le squadre vuole vincere, ma vuole farlo giocando bene", dice l'allenatore degli olandesi che si aspetta "una partita molto interessante, ma con le squadre italiane non si sa mai cosa attendersi. L'Atalanta, per esempio, ha giocato in modo difensivo contro di noi. Dobbiamo farci trovare pronti". Il riferimento al match contro i nerazzurri di Gasperini è alla vittoria degli orobici nella fase a gironi di Champions League dello scorso 9 dicembre. "Credo che siamo in ottima forma, siamo fiduciosi, la squadra è cresciuta e migliorata tanto e questo è motivo di soddisfazione – dice il tecnico -. Contro la Roma sarà molto difficile, dovremo essere veramente bravi per portare a casa un risultato positivo". "Fonseca è un allenatore eccellente, gioca un calcio offensivo, non vuole solo vincere, desidera anche imporsi con un certo gioco e questo mi piace molto come mi piace il suo modo di vedere il calcio e la voglia di far divertire il pubblico", ha aggiunto ten Hag che ha solo belle parole per l'Italia sia come cultura calcistica che come Paese, ma che per domani deve fare i conti con qualche problema di formazione. Di sicuro non ci saranno Andre Onana e Sébastien Haller, così come Daley Blind e Noussair Mazraoui, mentre restano in dubbio Perr Schuurs, Sean Klaiber e Maarten Stekelenburg. "Dobbiamo ancora aspettare e vedere, non hanno grandi problemi ma non sappiamo se saranno pronti per domani – ha spiegato Ten Hag -. Al momento abbiamo 16-17 giocatori, ma chi ha giocato ha fatto bene nelle altre partite, gli assenti ci mancheranno, ma siamo una squadra e quel che conta è il collettivo". E lo dimostra una serie positiva lunga 24 partite, domani potrebbe arrivare il 25esimo, ma non è a questo che pensa Ten Hag. "Non ci interessa molto. Vogliamo solo vincere ogni partita", dice Ten Hag. "Quando una serie del genere viene stabilita, se ne parla, ma un allenatore pensa a preparare la squadra nel miglior modo possibile per la prossima partita". Tra i giovani che si stanno mettendo in luce in questa Ajax, il difensore Jurriën Timber, 19enne che domani potrebbe dover fare i conti con un attaccante esperto come Edin Dzeko. "Lo seguo da quando giocava nel Manchester City, giocare contro di lui per me è qualcosa di speciale", dice Timber che, come Ten Hag, non si preoccupa più di tanto dei record: "Alla fine conta quanti trofei vinci, non quante partite di fila hai vinto, andiamo avanti gara dopo gara". (ITALPRESS). ari/red 07-Apr-21 14:35

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Vaccino, Papa “Strumento essenziale nella lotta alla pandemia”

Articolo successivo

Bologna, Skorupski negativo

0  0,00