/

E-commerce: nasce il Marketplace degli Italiani, il Made in Italy a portata di clic

3 minuti di lettura

Nicastri (Aidr): piattaforma online gratuita per sostenere le eccellenze del nostro Paese, colpite dal Coronavirus

Le eccellenze del Made in Italy a portata di clic. Nasce il Marketplace degli Italiani (www.aidrec.it)  l’e-commerce di qualità, una vetrina digitale aperta al mercato internazionale per le aziende italiane che operano nei settori dell’enogastronomia, moda, benessere e artigianato. Il portale è promosso dalla associazione Italian Digital Revolution, Aidr (www.aidr.it), una rete senza scopo di lucro che si pone come mission la diffusione della cultura digitale. Il Marketplace, nasce infatti dalla volontà di creare una rete di supporto digitale alle aziende Made in Italy, in un momento particolare dell’economia del nostro Paese, creando un portale dedicato in cui poter promuovere i loro prodotti. Puntare sul digitale, secondo le stime dell’Osservatorio Export Digitale della School of Management del Politecnico di Milano, significa incidere positivamente sulla ripresa economica, basta considerare alcuni dati: l’export digitale italiano nel 2020 ha raggiunto il valore di 13,5 miliardi di euro, con una crescita è stata pari al 14%, a fronte di un crollo del settore sul fronte delle esportazioni che ha toccato le due cifre. In quest’ottica, sempre secondo i dati del Politecnico, occorre puntare sulla formazione digitale, per aiutare le imprese italiane, ancora in forte ritardo rispetto agli altri Paesi dell’Unione. In questa direzione l’associazione si occuperà inoltre di affiancare gli imprenditori nel loro percorso di alfabetizzazione digitale. Alla piattaforma hanno già aderito diverse realtà, sparse su tutto il territorio nazionale. Attraverso il sito, che rispetta gli ultimi standard in materia di usabilità, sarà possibile acquistare in maniera sicura e veloce diverse categorie merceologiche. Per aderire al marketplace (https://aidrec.it/diventa-rivenditore/)

“Stiamo riscontrando una grande volontà di riscatto da parte degli imprenditori – ha sottolineato il presidente di Aidr – Mauro Nicastri. In questo ultimo anno, la pandemia ha stravolto le nostre abitudini di acquisto, spostando online molte attività. A fronte di una domanda, destinata a crescere rapidamente, secondo le stime internazionali, molti imprenditori, continuano a riscontrare delle difficoltà di accesso alle attività digitali. Proprio per questo, la nostra associazione, ha deciso di mettere al servizio delle aziende, non solo le proprie conoscenze, ma uno strumento operativo con una vetrina online per essere ancora più competitivi nel mercato italiano ed internazionale.”

 

Vittorio Zenardi

Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Zingaretti “Progetto ‘calcio sociale’ di Corviale simbolo di speranza”

Articolo successivo

Giudice, un turno di squalifica per Barella e Traorè

0  0,00