Semplici “Tempo parole finito, con Inter equilibrio e sacrificio”

4 minuti di lettura

"A San Siro pronti a difenderci ma anche a rispondere", dice Il tecnico del Cagliari CAGLIARI (ITALPRESS) – "Ci attende una gara di grande sacrificio". Con queste parole il tecnico del Cagliari, Leonardo Semplici, presenta il match di domani in casa della capolista Inter, lanciata verso uno scudetto che manca da 11 anni. I sardi, invece, devono fare i conti con una classifica non bella e con una lotta salvezza che li coinvolge pienamente. In più a San Siro il tecnico rossoblù dovrà rinunciare a Cragno (positivo al Covid) e Deiola (fermato da un risentimento al polpaccio), oltre agli infortunati Ceppitelli, Sottil e Tramoni. Recuperato invece Nandez, che si è allenato a parte sino a ieri mattina ma che è a disposizione per la gara di domani. "In alcuni momenti soffriremo, ma aspettarli nella nostra metacampo significherebbe portarsi l'avversario in casa – dice Semplici nella conferenza stampa della vigilia -. Dovremo avere equilibrio nelle due fasi, pronti a difenderci in una certa maniera e a rispondere con le nostre qualità, in modo ancora più aggressivo, in altre situazioni. Questi ragazzi sono chiamati a mettere in campo quelle doti che finora per un motivo o per un altro non sono riusciti a esprimere pienamente". Ci si aspettava tutto un altro campionato dal Cagliari e l'inizio dell'avventura di Semplici sembrava aver risolto il problema e risollevato la squadra, ma così non è stato. "Io e i ragazzi ci siamo confrontati in settimana ma adesso il momento delle parole è finito: servono i fatti. Abbiamo lavorato con ancora più attenzione a certi dettagli, provando a migliorarli con sempre più determinazione e voglia; sotto questo aspetto, devo dire che i ragazzi hanno dato grande disponibilità e attenzione sin dai primi giorni. I risultati però dicono che quel che abbiamo fatto non è sufficiente, dunque bisogna tutti tirar fuori qualcosa in più, a cominciare dall'allenatore", dice Semplici che domani, privo di Cragno, lancerà l'esordiente Vicario tra i pali. "Guglielmo ha vissuto molto bene questa settimana: sarà il debutto in Serie A, in uno stadio importante contro la prima in classifica. È sereno e sono convinto farà la sua parte. Per il resto, farò le mie scelte schierando i giocatori che durante la settimana mi hanno dato più garanzie: saranno scelte oculate, non drastiche, sperando che ci portino ad una buona prestazione e ad un risultato positivo". Semplici non perde la fiducia nei suoi ragazzi, anche perchè qualche segnale positivo lo ha visto anche nell'ultimo ko. "La partita col Verona non ci ha portato punti, ma le occasioni ci sono state, la voglia di andare a pareggiarla anche. Purtroppo, così come era accaduto contro lo Spezia, non abbiamo concretizzato, siamo mancati al tiro e nella rifinitura – osserva il tecnico del Cagliari -. Ma la squadra è viva, ha voglia di giocare; tutto è migliorabile però credo che analizzando le varie prestazioni si possa arrivare a invertire il trend delle ultime partite. C'è unità di intenti, ho a disposizione attaccanti importanti che posso alternare, a seconda delle mie esigenze e del loro momento di forma". (ITALPRESS). ari/com 10-Apr-21 15:38

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Mihajlovic “Con Ajax Roma impressionante, mi aspetto un gran Bologna”

Articolo successivo

Pirlo “La vittoria sul Napoli serve se troviamo continuità”

0  0,00