Basket, Embiid affonda Brooklyn e Philadelphia torna prima a Est

3 minuti di lettura

Bene i Clippers anche senza big, Dallas ringrazia Doncic, show di Curry PHILADELPHIA (USA) (ITALPRESS) – Joel Embiid affonda Brooklyn e Philadelphia si riprende il primato a Est. Il big match fra le prime due potenze della Conference si risolve a favore dei Sixers (123-117), trascinati dal lungo camerunense (39 punti e 13 rimbalzi), anche se i Nets si sono presentati senza Harden, Durant, Griffin e Aldridge. Dello scontro diretto approfitta Milwaukee che, ancora priva di Antetokoumpo, consolida la terza piazza grazie al 130-105 su Minnesota, con 27 punti, 8 rimbalzi e 7 assist in tre quarti per Middleton, coi Bucks che all'alba del quarto periodo avevano già chiuso i giochi. Bene New York, che limita Williamson (25 punti ma di cui solo 4 nei 19 minuti finali) e supera 116-106 New Orleans, col solito Randle sugli scudi (32 punti). A Ovest, out Leonard, George, Ibaka e Beverley, sono Reggie Jackson e Luke Kennard a prendere in mano i Clippers, siglando nei secondi finali i canestri del 100-98 su Detroit che vale la settima vittoria di fila, mentre alla prima senza Murray (stagione finita), Denver si aggrappa al solito Jokic (17 punti, 11 assist e 10 rimbalzi) e a Porter jr (25 punti e 10 rimbalzi) per superare 123-106 Miami. La tripla a fil di sirena di Doncic (29 punti) regala a Dallas la vittoria per 114-113 su Memphis. Fra i Mavericks anche 21 punti di Porzingis, fa solo da spettatore Nicolò Melli mentre coach Kerr concede 12 minuti a Nico Mannion nel 147-109 su OKC: per il play azzurro due punti (1/4 da due, 0/1 da tre), tre rimbalzi e una palla persa. A prendersi la scena sono Stephen Curry (42 punti di cui 25 nel terzo quarto con 6/6 dall'arco) e Draymond Green (12 punti, 16 assist e 10 rimbalzi). Per quanto riguarda le altre gare della notte, terzo scivolone interno di fila per Charlotte (90-103 contro Cleveland), Anunoby (22 punti) e Siakam (20 punti e 11 rimbalzi) protagonisti con Toronto (117-112 contro San Antonio) mentre Orlando interrompe una striscia negativa che durava da sei partite, superando 115-106 Chicago. Show di LeVert (27 punti), Sabonis (22 punti, 11 rimbalzi e 7 assist) e Brogdon (23+14+9) nel 132-124 di Indiana contro Houston, Russell Westbrook firma la sua 170esima tripla doppia della carriera – la sesta consecutiva e la 24esima stagionale – con 25 punti, 11 assist e 15 rimbalzi nel 123-111 di Washington su Sacramento: sempre più vicino il record (181) di Oscar Robertson. (ITALPRESS). glb/red 15-Apr-21 09:26

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Vaccini. I tanti misteri che nascondono la nuova guerra fredda geopolitica

Articolo successivo

Il pallone racconta – La Roma sogna la semifinale

0  0,00