Basket: Colpo Suns a Philadelphia, Nets ko, vincono Jazz e Clippers

3 minuti di lettura

NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Phoenix fa sul serio. Colpo grosso dei Suns, vittoriosi a Philadelphia per 116-113: 28 punti per Paul, 19 per Booker e 18 per Bridges e secondo successo in pochi giorni con una delle migliori squadre della Eastern Conference. I Sixers, privi di Simmons ed Harris ma con un Embiid da 38 punti e 17 rimbalzi seppur responsabile dell'errore che poteva mandare la sfida all'overtime, restano comunque al primo posto a Est perchè Brooklyn cade a Toronto (114-103): Irving sfiora la tripla doppia (28 punti, 11 rimbalzi e 8 assist) ma i Raptors giocano un gran terzo quarto (36-23 il parziale) e centrano la quarta vittoria di fila. Sono otto quelle dei Knicks, che al Madison Square Garden si aggiudicano all'overtime (137-127) il confronto con gli Hawks, che perdono la quarta piazza proprio a favore di New York. Randle è immarcabile (40 punti e 10 rimbalzi), 20 punti a testa per Rose e Quickley, per Atlanta 20 punti e 14 assist di Young e 25 punti e 22 rimbalzi di Capela, con Gallinari ancora out per infortunio. In chiave play-off, prezioso successo per Miami, 107-87 a San Antonio. A Ovest comanda sempre Utah (22 punti di Clarkson e 21 di Ingles nel 112-89 su Houston, quarta vittoria nelle ultime cinque gare)ma tengono il passo di Jazz e Suns i Clippers, che pur senza Leonard e George superano Memphis 117-105, rimontando da -18. Decisivi Kennard (28 punti) e Morris (25 punti), per quello che è il decimo successo in 11 partite. In serie positiva da 4 gare Denver, che la punta su Portland per 106-105 nel segno del solito Nikola Jokic (25 punti, compresi i tre liberi poi decisivi per la vittoria), con i Blazers (22 punti di Lillard) che confermano di andare in difficoltà con le squadre davanti in classifica. Torna a vincere sul proprio parquet dopo 4 ko consecutivi Dallas, 127-117 su Detroit: 30 punti e 10 rimbalzi per Doncic, 19+7 per Porzingis, appena sei minuti e un rimbalzo per Nicolò Melli. Si ferma la striscia di Stephen Curry: mai sotto i 32 punti dal 17 marzo scorso, contro Washington si ferma a 18 e Golden State cede per 118-114. Solo panchina per Nico Mannion, fra i Wizards 14 punti, 20 rimbalzi e 10 assist di Westbrook: 173esima tripla doppia in carriera, a -8 dal record di Oscar Robertson. (ITALPRESS). glb/red 22-Apr-21 09:27

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Maltrattamenti in un centro per disabili a Palermo, 5 misure cautelari

Articolo successivo

Giornata Salute Donna, Casellati “Siate generose con voi stesse”

0  0,00