Calcio: Uefa, Siviglia e San Pietroburgo per Bilbao e Dublino a Euro2020

4 minuti di lettura

Confermata la sede di Monaco di Baviera dopo l'ok delle autorità locali alla presenza dei tifosi NYON (SVIZZERA) (ITALPRESS) – Nessuna sorpresa: una conferma e due novità…previste. Questo quanto stabilito dal Comitato Esecutivo della Uefa che si è riunito oggi in videoconferenza. La conferma riguarda Monaco di Baviera, dopo l'ok delle autorità locali per l'apertura dell'Allianz Arena ad almeno 14.500 spettatori per le quattro partite di Euro2020 che si disputeranno nell'impianto che ospita le gare casalinghe del Bayern. Niente da fare, ma era previsto, per Bilbao e Dublino. La città basca lascerà il posto e le quattro partite che erano previste all'Estadio La Cartuja di Siviglia. La Comunità Autonoma dell'Andalusia, infatti, ha confermato l'intenzione di consentire l'accesso al pubblico per il 30% della capienza dello stadio che, dunque, ospiterà le tre gare del Gruppo E e l'ottavo di finale che inizialmente erano previsti a Bilbao. La Uefa, riferendosi alla città basca, sottolinea che "in seguito alle decisioni delle autorità locali, era evidente che era molto improbabile ottenere il via libera per la presenza degli spettatori allo stadio". "Pertanto, con l'assistenza della Federcalcio spagnola (RFEF), la Uefa – sottolinea una nota di Nyon – ha proposto di spostare le 4 partite in un'altra città del Paese, semplicemente per consentire ai tifosi di assistere alle partite dopo un anno di assenza. Questa decisione consentirà un'atmosfera di festa in tutte le partite che si svolgeranno nella principale competizione Uefa per squadre nazionali". Dalla Spagna che comunque mantiene una sede anche se con un cambio in corsa, all'Irlanda che perde Dublino. Le tre partite del Gruppo E inizialmente previste, infatti si giocheranno in Russia, allo stadio di San Pietroburgo, che ospita già tre partite del Gruppo B e un quarto di finale. L'ottavo di finale, inizialmente in programma a Dublino, verrà invece spostato allo stadio di Wembley di Londra. "Abbiamo lavorato diligentemente con le federazioni ospitanti e le autorità locali per garantire un ambiente sicuro e festoso durante le partite – il commento del numero 1 della Uefa, Aleksander Ceferin -. Sono davvero lieto di poter accogliere gli spettatori in tutte le partite per una celebrazione del calcio delle nazionali in tutto il continente". La Uefa ringrazia Bilbao, Dublino e la Federcalcio irlandese "per l'eccellente collaborazione e il duro lavoro garantito e non vede l'ora di continuare a lavorare con le restanti undici federazioni ospitanti per organizzare le partite di Euro2020". Tutti i biglietti per le partite di Bilbao e Dublino saranno annullati, mentre successivamente verranno comunicate le modalità per acquistare i tagliandi per le gare spostate a Londra (Wembley ospiterà 8 partite), San Pietroburgo e Siviglia. L'Europeo inizierà l'11 giugno all'Olimpico di Roma: Italia-Turchia il match d'apertura. (ITALPRESS). ari/red 23-Apr-21 13:58

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

COvid, Cittadini (Aiop) “Fondamentale sinergia tra componenti Ssn”

Articolo successivo

“Non c’è tregua per i contribuenti”

0  0,00