D’Aversa “Voglio il massimo impegno, abbiamo dei limiti caratteriali”

3 minuti di lettura

L'allenatore del Parma "Quella con il Crotone è una gara da vincere" PARMA (ITALPRESS) – "Come già detto prima della sfida di Torino, da qui alla fine ogni partita la dobbiamo affrontare con il massimo impegno, cercando di portare a casa il miglior risultato possibile. Valenti nell'ultima partita era convocato, non l'ho portato in panchina per motivi disciplinari, per domani è a disposizione. Conti oggi si è allenato per la prima volta con la squadra, ragioniamo fino all'ultimo quanto minutaggio ha e se è il caso di rischiarlo eventualmente a gara in corso, a seconda di come si sente. Rientra da un infortunio dal polpaccio: le sue sensazioni erano abbastanza positive". Così, alla vigilia di Parma-Crotone, in programma alle 18 al "Tardini", Roberto D'Aversa, tecnico del team emiliano. "C'è amarezza, a parte la partita contro la Juventus, dove il risultato è stato ampio e c'è poco da recriminare, anche se avremmo potuto fare meglio. Se ragioniamo su tutte quelle gare dove eravamo lì per lì per trovare un episodio che potesse dare un cambiamento alla nostra posizione di classifica, purtroppo abbiamo continuato a fare errori, nonostante le prestazioni, non ultima quella di Cagliari, dove per 90 minuti si è fatta una grande partita ma abbiamo commesso delle ingenuità che ci hanno portato a perdere", ha aggiunto D'Aversa. "Questa cosa accade da quando sono arrivato, già dalla prima gara quando si vinceva fino al 90' e si è commessa un ingenuità ancor prima del calcio di rigore, quando si poteva fare fallo a metà campo. In questo periodo abbiamo buttato via diverse occasioni che ci fanno stare in questa posizione di classifica: abbiamo dei limiti caratteriali", ha precisato il tecnico del team emiliano. "Il Crotone, pur essendo in quella posizione di classifica, da tanto dimostra di andare a giocare le gare in maniera spensierata su tutti i campi. Hanno un attaccante che ha segnato un notevole numero di reti, sicuramente ha preservato quella caratteristica di quando l'allenava Stroppa di fare un calcio propositivo, al di là del sistema di gioco. Verranno con l'obiettivo di giocare sì in maniera spensierata ma non esiste alcuno sportivo al mondo che scenda in campo per perdere. Noi dobbiamo giocare con l'obiettivo di vincere, in che maniera non mi interessa, se bene o male: domani è una gara da vincere", ha concluso D'Aversa. (ITALPRESS). pdm/com 23-Apr-21 16:44

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

AstraZeneca, Ema “Si’ alla seconda dose, i benefici superano i rischi”

Articolo successivo

Tg Sport ore 17.30 – 23/4/2021

0  0,00