Petrucci “Uno studio per capire chi potrà iscriversi ai campionati”

1 minuto di lettura

Il presidente Fip: "Nessuno potrà modificare le regole in corso" ROMA (ITALPRESS) – "Sul piano umano mi dispiace molto, è una società storica. Ma le regole sono queste e dobbiamo rispettarle. In campionato si lotta per lo scudetto e per non retrocedere: quindi è un segnale di normalità come avviene nel calcio, dove tutte sono scese in B ad eccezione dell'Inter". Così il presidente della Fip, Giovanni Petrucci, in merito alla retrocessione in A2 di Cantù. "Mettere in salvo tutte e 15 le società? Il campionato è partito con queste regole e finirà con queste regole. Nessuno potrà modificarle – spiega il numero uno della Federbasket a 'Il Corriere dello Sport' – Voglio chiarire un punto a tutte le Leghe, maschili e femminile: l'organico lo fa la Federazione. L'autoconservazione che oggi la Lega vuole fare non è applicabile: è umano che lo dica, ma non è possibile". Nel merito, però, Petrucci annuncia una novità: "Abbiamo affidato ad una azienda di consulenza uno studio economico-finanziario sulla sostenibilità delle squadre nei diversi campionati. Questo studio ci dirà quanti club potranno sostenere un campionato professionistico o semi-professionistico in A2. Nel caso ci fossero casi di posizioni non sostenibili? Le rivoluzioni si fanno in base alle situazioni economiche esistenti…". (ITALPRESS). mc/com 28-Apr-21 12:32

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Quartararo “Sono entusiasta di correre a Jerez”

Articolo successivo

Arrestati a Parigi 7 ex brigatisti, Draghi “Memoria viva”

0  0,00