Calcio: Uefa. Boicottaggio social media contro discriminazioni e abusi

2 minuti di lettura

La Confederazione del calcio europeo si unisce all'iniziativa di FA e Premier League NYON (SVIZZERA) (ITALPRESS) – Anche la Uefa scende in campo e sceglie il silenzio per dire no a ogni forma di discriminazione. La Confederazione del calcio europeo ha annunciato "che si unirà a una coalizione di portatori d'interesse del calcio inglese, tra cui la Football Association e la Premier League, partecipando al loro boicottaggio sui social media. La Uefa rimarrà in silenzio sulle sue piattaforme questo fine settimana, a partire dalle 15:00 di venerdì. L'obiettivo del boicottaggio online è mostrare solidarietà nella lotta agli abusi online e durerà fino alle 23:59 di lunedì 3 maggio". Un'iniziativa condivisa e sostenuta dal presidente Uefa, Aleksander Ceferin, convinto che sia "necessario agire per fermare la diffusione dell'odio e degli abusi online diretti ai calciatori e a coloro che sono coinvolti in questo sport. Ci sono stati abusi sia in campo che sui social media. Tutto ciò è inaccettabile e va fermato, con l'aiuto delle autorità pubbliche e legislative e dei colossi dei social media. Permettere che una cultura dell'odio cresca impunemente è pericoloso, molto pericoloso, non solo per il calcio, ma per tutta la società". "Ecco perché sosteniamo questa iniziativa. È tempo che il calcio prenda posizione e sono rimasto colpito dalla solidarietà mostrata dai giocatori, dai club e dalle parti interessate – prosegue Ceferin -. Esorto tutti – giocatori, club e federazioni nazionali – a presentare reclami formali ogni volta che giocatori, allenatori, arbitri o ufficiali sono vittime di tweet o messaggi inaccettabili. Ne abbiamo abbastanza di questi codardi che si nascondono dietro l'anonimato per spargere le loro ideologie nocive". (ITALPRESS). ari/com 29-Apr-21 15:49

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Hausermann “Risorse Pnrr per sviluppo industriale settore farmaci”

Articolo successivo

A Palermo taxi gratis per over 80 che vanno nei centri di vaccinazione

0  0,00