Mihajlovic “Ultime gare per fare punti e provare nuove soluzioni”

4 minuti di lettura

"Udinese? Non l'ho mai battuta da quando sono a Bologna e mi rode" BOLOGNA (ITALPRESS) – "Sono rimaste 4 partite, vedremo gara per gara. Cercheremo di fare più punti possibili e al contempo di vedere meglio alcuni giocatori in certi ruoli, se possono servirci anche per l'anno prossimo. Fra l'altro con tre partite in una settimana qualche cambio dovremo farlo, abbiamo anche tanti diffidati, ma la squadra ha comunque una sua identità". Con la salvezza ormai in tasca, Sinisa Mihajlovic si concederà qualche esperimento, lancerà altri giovani ma senza perdere di vista il risultato, a partire dalla trasferta di domani alla Dacia Arena. "Da quando sono a Bologna non ho mai vinto contro l'Udinese e questa cosa mi rode un po'. Ma sono un'ottima squadra, che ha tutto, fisicità, tecnica, velocità. Mi meraviglio come ogni anno lotti per non retrocedere", confessa il tecnico serbo, rivelando di essere stato vicino in passato alla panchina dei bianconeri: "Mi piaceva come idea, è un bell'ambiente". Nelle ultime due gare il Bologna ha subito 8 gol "ma una partita è stata falsata – il riferimento allo 0-5 con l'Atalanta – perchè in dieci diventa dura ma prima dell'espulsione era equilibrata. Con la Fiorentina invece abbiamo preso tre gol su due tiri in porta, il nostro portiere ha fatto zero parate". E anche il fatto di avere 4 punti in meno rispetto alla scorsa stagione non lo preoccupa. "È un campionato strano, per come abbiamo giocato meritiamo di più ma se siamo qua dove siamo ci sarà un motivo, si poteva far meglio ma si poteva fare anche molto peggio. Inoltre ci sono giocatori che abbiamo valorizzato e anche questo è un obiettivo". Uno di questi è Vignato, pronto a una maglia da titolare anche domani. "Per vincere metto giocatori di qualità, pur sapendo che rischio qualcosa di più in fase difensiva", l'elogio di Mihajlovic, che cita anche Boskov definendolo un tipo di giocatore che "vede autostrade dove altri vedono sentieri. La gente va allo stadio per vedere queste cose, è l'essenza del calcio". Infine una battuta su Palacio, autore di una tripletta contro la Fiorentina. "A fine anno deciderà cosa fare. Per come si allena e come si comporta, è assurdo che abbia 39 anni, sembra un ragazzino. Farebbe piacere se rimanesse nella rosa un giocatore così". Poi una battuta su Mourinho: "Sono contento, penso che come è stato per Ronaldo, sia una cosa che fa bene al calcio italiano. E' la persona giusta, ha carisma, carattere – prosegue il tecnico serbo – Roma è una piazza difficile, vediamo che succede perchè Mourinho non fa miracoli, sono i grandi giocatori che fanno diventare grandi gli allenatori. Sicuramente bisogna fare i complimenti alla nuova proprietà e sono sicuro che farà bene, se fanno una bella squadra possono anche lottare per lo scudetto. Bisognerà gestire bene la piazza ma Mourinho ha tutte le carte in regola per poterlo fare". (ITALPRESS). glb/red 07-Mag-21 13:03

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tg News – 7/5/2021

Articolo successivo

Enea, un sondaggio per scoprire cosa sappiamo sul cambiamento climatico

0  0,00