Canoa: A Szeged qualificazioni europee per Tokyo e 1^ tappa Cdm

2 minuti di lettura

Gli azzurri a caccia in Ungheria dei pass olimpici mancanti ROMA (ITALPRESS) – Da domani, mercoledì, a domenica il bacino artificiale di Szeged, in Ungheria, ospiterà le qualificazioni europee per i Giochi Olimpici di Tokyo della canoa velocità e la prima tappa di Coppa del Mondo. Il corposo programma di gara prevede le prime due giornate dedicate proprio all'assegnazione delle carte olimpiche. Domani si parte con le batterie e le semifinali delle discipline singole e in barca doppia. Al femminile i pass a cinque cerchi ancora in gioco sono nelle specialità del K1 e C1 200 metri, K1 e K2 500, C2 500. Tra gli uomini invece la battaglia sarà nelle discipline del C1 e C1 1000, K1 200, C1 e K2 1000. Giovedì spazio alle finali, si qualificheranno per Tokyo le prime due barche classificate, fatta eccezione per il C1 1000 maschile e il C1 200 femminile che avranno invece un solo posto a disposizione. Ai Mondiali di Szeged del 2019 l'Italia ha già qualificato due imbarcazioni: il K1 200 con Manfredi Rizza (Aeronautica Militare) e il K2 1000 con Samuele Burgo e Luca Beccaro (Fiamme Gialle). Domani invece andranno a caccia dei pass mancanti Andrea Schera (Fiamme Gialle) nel K1 1000 metri, Carlo Tacchini (Fiamme Oro) nel C1 1000, Sergiu e Nicolae Craciun (Fiamme Oro) nel C2 1000. Le speranze a cinque cerchi della squadra femminile sono affidate invece a Francesca Genzo (Fiamme Azzurre) nel K1 200, Agata Fantini (Marina Militare) nel K1 500, Mathilde Rosa (Cus Pavia) e Irene Bellan (Fiamme Oro) nel K2 500. L'ultima finestra di qualificazione per i Giochi è in programma il 20 e 21 maggio a Barnaul, in Russia, ma solamente per le barche singole. (ITALPRESS). mc/com 11-Mag-21 18:25

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, 6.946 nuovi casi e 251 decessi in 24 ore

Articolo successivo

Vaccini, Gelmini alle Regioni “Proseguire la decisa accelerazione”

0  0,00