Calcio: Cosmi “Il Crotone non è arbitro dei destini altrui”

3 minuti di lettura

"Il grande rimpianto è la sconfitta interna con il Bologna", ha dichiarato il tecnico dei calabresi CROTONE (ITALPRESS) – "Noi arbitri della corsa salvezza? Non siamo arbitri di nessuno, ma solo di noi stessi. L'ultimo dei miei pensieri è capire chi possa essere penalizzato o agevolato dalla nostra prestazione". Serse Cosmi, allenatore del Crotone, guarda alla sfida contro il Benevento con interesse, anche se i calabresi non hanno più chance di mantenere la categoria, al contrario dei sanniti: "Non sapevo ci fosse rivalità tra le due tifoserie. Nelle ultime due partite, comunque, a prescindere dagli avversari, cercheremo di ottenere come sempre il massimo". I pitagorici nell'ultima gara di campionato hanno superato il Verona, un risultato che rende felice Cosmi, soprattutto per come la sua squadra ha affrontato la gara a livello difensivo: "Nell'ultima in partita abbiamo fatto meno errori, la squadra mi ha convinto come si è difesa, anche quando il Verona ha messo dentro tanto giocatori offensivi, non rischiando quasi nulla. Ci sarebbe piaciuto chiudere senza subire gol, a livello psicologico sarebbe stato bello. Comunque siamo strafelici della vittoria ottenuta". Il Crotone con l'arrivo di Cosmi ha ottenuto anche dei risultati importanti, non riuscendo però a reinserirsi in maniera concreta per la lotta per la salvezza: "I rimpianti ci sono relativamente. Se guardo al lavoro fatto da me e il staff abbiamo pochissimi rimpianti, abbiamo dato tutto. La squadra sotto l'aspetto del gioco si è espressa in maniera notevole. Il rimpianto è nell'aver sprecato delle situazioni in cui eravamo superiori e non siamo riusciti a portare a casa il risultato. Il rimpianto vero è questo, soprattutto la sconfitta col Bologna in casa. È stata difficile da metabolizzare. Fermo restando che le squadre che ci precedono sono qualitativamente importanti, magari non ci saremmo salvati lo stesso ma sono convinto che vincendo col Bologna avremmo fatto un finale di campionato diverso". Infine sui rocamboleschi risultati che si sono visti in questo campionato, Cosmi ha la sua idea: "Col pubblico sarebbe diverso. Secondo me tanti risultati larghi che si sono visti in questo campionato normalmente non ci sarebbero stati, senza pubblico magari le squadre mollano un po'. I tifosi danno tanto, a prescindere che siano a favore o no", ha concluso l'allenatore degli squali. (ITALPRESS). mra/ari/red 15-Mag-21 14:36

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Parma. D’Aversa “Gara d’orgoglio per evitare l’ultimo posto”

Articolo successivo

Amministrative, Conte “Occasione di collaborazione con Pd e Leu”

0  0,00