Dallas e Melli ai Playoff, Mannion gioca e vince

3 minuti di lettura

I texani battono i Raptors e staccano il pass, vince anche Golden State NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – "Playoff baby!". Nicolò Melli festeggia con questo tweet l'obiettivo raggiunto dai Mavericks che conquistano la matematica qualificazione ai playoff Nba dopo il successo per 114-110 sui Raptors. L'italiano si guadagna il suo spazio in un match che ha come al solito in Luka Doncic il trascinatore dei texani. Lo sloveno mette a referto l'ennesima tripla doppia della sua stagione, facendo registrare al suo attivo 20 punti, 11 assist e 10 rimbalzi, ma è fondamentale anche il contributo di Kristaps Porzingis con 21 punti e 10 rimbalzi. Ne fa 17 Finney Smith, mentre dalla panchina arrivano 42 punti: 19 sono di Brunson, 10 di Richardson, 7 di Burke e 6 di Melli che, in 21 minuti di gioco, mette a referto anche 4 rimbalzi e un assist per un complessivo +7 di plus/minus. Nel suo "playoff baby" alla fine della partita, tutta la gioia per aver centrato l'obiettivo con Dallas, così come Danilo Gallinari con gli Atlanta Hawks. Male i Raptors ancora sconfitti nonostante i 31 punti di Jalen Harris, i 26 di Malachi Flynn e la doppia doppia da 15 punti e 10 rimbalzi di Johnson. Se Dallas stacca il pass, sempre a Ovest resta in corsa anche Golden State che batte 125-122 New Orleans senza Curry, Green e Wiggins. C'è spazio per chi ha giocato meno e Nico Mannion ne approfitta dimostrando il suo talento nei 32 minuti che, dalla panchina, gli vengono concessi. Per l'italiano qualche errore di troppo al tiro (3/12), ma comunque 11 punti, 8 rimbalzi e 7 assist. Il mattatore è Jordan Poole che ne fa 38, mentre sono 28 quelli di Mulder, 14 per Bazemore e 12 per Paschall. Tra i Pelicans il più prolifico è Alexander-Walker con 30 punti. Vince anche Philadelphia e quello per 122-97 contro Orlando è il successo che permette ai Sixers di assicurarsi il primo posto a Est. Venti punti per Seth Curry. Nelle altre gare della notte vittorie per Wizards (120-105 sui Cavaliers con 21 punti, 17 assist e 12 rimbalzi per Russell Westbrook), Denver (104-91 sui Pistons con 20 punti, 15 rimbalzi e 11 assist per Nikola Jokic), Utah Jazz (109-93 sui Thunder con 16 punti e 18 rimbalzi per Gobert), Rockets (122-115 sui Clippers con 20 punti e 11 assist per Kelly Olynyk) e Memphis (107-106 sui Kings con 25 punti e 13 rimbalzi per Justise Winslow). (ITALPRESS). ari/red 15-Mag-21 08:45

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Mantegazza “L’Italia puo’ ripartire dall’agroalimentare”

Articolo successivo

Mattarella “Serve sostegno alla famiglia per un’efficace ripartenza”

0  0,00