Oro Italia a squadre agli Europei di fondo, tris per Paltrinieri

5 minuti di lettura

SuperGreg, Bruni, Gabbrielleschi e Acerenza vincono al lago Lupa BUDAPEST (UNGHERIA) (ITALPRESS) – Tre su tre per Gregorio Paltrinieri che trascina la squadra italiana vice campione del mondo e composta da Rachele Bruni, Giulia Gabbrielleschi e Domenico Acerenza alla medaglia d'oro europea nella prova a squadre del nuoto di fondo, al lago Lupa. L'azzurro, atteso da 800 e 1500 in piscina, dà seguto ai successi nelle 5 e 10 chilometri ottenuti davanti a tutti i più forti specialisti delle discipline. Gli azzurri vincono in 54'09" precedendo proprio la Germania (che ne cambia due inserendo Leonie Beck e Florian Wellbrock dall'oro iridato), a 9 secondi, e l'Ungheria, terza a 9"5 con due decimi di vantaggio sulla Francia. Il più veloce di tutti è stato chiaramente Paltrinieri che ha concluso la sua terza frazione in 12'53"00; aveva aperto Bruni in 13'48"7, seguita da Gabbrielleschi in 14'17"1; chiusura di Acerenza in 13'10"0. "E' stata una gara incredibile – racconta Paltrinieri – Vincere con la squadra ha un gusto senza eguali. Prima della gara abbiamo ricordato tra noi quello che è successo ai mondiali di Gwangju, quando siamo stati beffati dalla Germania. Ci tenevamo a vincere e ci siamo riusciti. La mia prima settimana è stata eccezionale. Lascio il lago Lupa con 3 ori e sensazioni importanti e significative anche per il futuro oltre le Olimpiadi di Tokyo. In questi giorni sì sta parlando tanto dell'apertura delle piscine all'aperto – continua il campione tesserato per Fiamme Oro e Coopernuoto – E' un tema che sta particolarmente a cuore a noi atleti perché riteniamo che si debbano riaprire subito, ovviamente in piena sicurezza. Ormai si è chiusi da 15 mesi ed è una forzatura. Penso che se mi fosse stata tolta la piscina da bambino sarei impazzito. Io attribuisco anche un importante valore sociale a quello che faccio e sono due stagioni ormai che i bambini vengono privati di qualcosa di importante – ha aggiunto SuperGreg – Saper nuotare può valere la vita. Dedico a loro questa medaglia". "E' stata una bella settimana che si concluderà domani con altre gare in cui auspichiamo di essere protagonisti. Lunedì poi si inizierà col nuoto – afferma il presidente federale Paolo Barelli – L'Europeo del resto è un test molto importante prima delle Olimpiadi, che consente agli atleti di tornare a confrontarsi ad altissimo livello dopo mesi di difficoltà. E' stato un periodo molto duro a seguito della pandemia e delle decisioni di tenere chiuse le piscine che hanno impedito a molti nostri atleti di allenarsi con continuità e al nostro movimento di praticare attività". "E' stato un onore riaprire la staffetta – racconta Rachele Bruni – Alla fine ero morta, infatti ho sbagliato un po' rotta, ma per fortuna non ho nuotato troppi metri in più. Questo europeo è stato un importantissimo test. Sto lavorando bene e sono contenta di come procede l'avvicinamento alle Olimpiadi". Acerenza ringrazia i compagni che "mi hanno consentito di partire con un gran vantaggio, sono riuscito a spingere e a completare l'opera. Dedico la medaglia d'oro alla mia piscina di nascita che è chiusa da più di un anno senza vedere futuro, spero che la situazione si risolva al più presto e che tutti, bambini, adulti e anziani, possano ricominciare l'attività natatoria il prima possibile". "Il mio obiettivo era dare un buon cambio a Paltrinieri, magari in prima posizione – sottolinea infine Giulia Gabbrielleschi, già bronzo mondiale in questa prova al Balaton nel 2017 con Rachele Bruni, Federico Vanelli e Mario Sanzullo – Sono felice di essere riuscita a eseguire bene il mio compito. Stiamo riuscendo a portare questa staffetta sempre più in alto e ne siamo orgogliosi". (ITALPRESS). glb/red 15-Mag-21 16:34

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Real. Zidane “Futuro?Non so,a volte andar via un bene per tutti”

Articolo successivo

L’Atalanta batte il Genoa 4-3 e vola in Champions

0  0,00