Rugby: Crowley nuovo ct azzurro “Al lavoro per un gran futuro”

3 minuti di lettura

Il neozelandese, che succede a Smith, guiderà l'Italia fino al 2024 VENEZIA (ITALPRESS) – La gestione di Kieran Crowley, nuovo commissario tecnico dell'Italrugby, ha preso il via dal Palazzo della Regione di Venezia, in Cannaregio. Ad affiancare il Presidente Fir Marzio Innocenti nello svelamento del nuovo staff guidato dal tecnico neozelandese, per cinque anni capo allenatore della Benetton Rugby, il direttore tecnico Daniele Pacini ed il nuovo responsabile del rugby d'Alto Livello Franco Smith, a cui Crowley succederà alla guida dell'Italia a partire dal 1° luglio 2021 e sino al 30 giugno 2024. Per Crowley, sessant'anni il prossimo 31 agosto, la panchina azzurra arriva dopo un decennio con la propria provincia d'origine – Taranaki – ed a seguito delle esperienze internazionali maturate prima con i Baby Blacks neozelandesi portati al titolo iridato di categoria nel 2007, poi nelle due Rugby World Cup da Head Coach del Canada ed, infine, nel quinquennio passato alla Benetton Rugby, culminato con i quarti di finale di Guinness PRO14 raggiunti nel 2019 dai Leoni biancoverdi ed impreziosito dal titolo di allenatore dell'anno conferitogli nello stesso anno dalla lega celtica. Insieme all'ex estremo degli All Blacks campioni del mondo nel 19,87 entra a far parte dello staff della Squadra Nazionale maschile lo specialista della mischia e degli avanti Andrea Moretti dalle Zebre Rugby Club, con Marius Goosen confermato nello staff con il ruolo di tecnico della difesa insieme a Corrado Pilat assistente per le skills ed il gioco al piede. L'ex tallonatore azzurro e oggi vice-presidente vicario di Fir Giorgio Morelli ricoprirà il ruolo di capo delegazione incaricato dal Consiglio, con l'ala azzurra Giovanbattista Venditti, 44 caps con la Nazionale tra il 2012 ed il 2017, nel ruolo di manager logistico. "Abbiamo grande fiducia nel tecnico e profonda stima dell'uomo, due aspetti essenziali per riportare la Nazionale agli standard prestativi che la nostra base ed i nostri partner internazionali attendono", ha dichiarato il presidente della Fir, Marzio Innocenti. "Sono onorato che la Federazione Italiana Rugby mi abbia offerto l'opportunità di guidare l'Italia verso la prossima edizione della Rugby World Cup – le parole di Crowley – Abbiamo una generazione di giovani di talento che si sono affacciati da poco sulla scena dei test internazionali e del Pro14 che hanno tutte le qualità per costituire, insieme agli atleti più esperti con cui andranno a lavorare, la spina dorsale dell'Italia in vista del prossimo ciclo iridato". (ITALPRESS). mc/com 19-Mag-21 12:11

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Pirelli produce il primo pneumatico al mondo certificato FSC

Articolo successivo

Calcio: Serie B.Semifinali ritorno playoff,Irrati e Sacchi gli arbitri

0  0,00