Lakers avanti, Memphis vince e sfida Golden State

3 minuti di lettura

LeBron James trascina i campioni in carica nel match contro i Warriors e li porta ai playoff NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – LeBron James porta i Lakers ai playoff, Steph Curry lotta, incanta ma deve arrendersi e ora dovrà guidare Golden State allo spareggio con Memphis che, da parte sua, mette in mostra un grande Valanciunas e manda a casa gli Spurs. Match dai grandi contenuti tecnici quelli disputati nella notte italiana e validi per i Play-In Nba. Nella sfida tra la settima e l'ottava della Western Conference, i Los Angeles Lakers battono 103-100 i Golden State Warriors in una partita molto attesa e che non tradisce le aspettative. Spettacolo garantito con King James e Steph Curry a scrivere un altro capitolo di un duello tra due giganti. La spunta il Prescelto che mette dentro il tiro da tre punti che vale la vittoria dei gialloviola e il pass per i playoff. Oltre alla "bomba" decisiva, per LeBron tripla doppia da 22 punti, 11 rimbalzi e 10 assist. Fondamentale anche il contributo di Anthony Davis che mette a referto 25 punti e 12 rimbalzi, in doppia cifra anche Schroder (12) e Caldwell-Pope (10), oltre a Caruso che dalla panchina ne fa 14. Il più prolifico è Steph Curry che ne fa 37, ma non bastano a Golden State per evitare il ko, nonostante i 21 punti di Wiggins e i 10 a testa di Bazemore e Poole. I campioni in carica dei Lakers, dunque, vanno ai playoff dove sfideranno i Phoenix Suns, mentre i Warriors se la vedranno con Memphis per cercare di staccare l'ultimo pass disponibile. Sì perchè i Grizzlies si impongono per 100-96 sugli Spurs e qui il protagonista assoluto è Jonas Valanciunas che fa registrare al suo attivo l'ennesima doppia doppia della stagione con 23 punti e altrettanti rimbalzi e una prestazione da leader. Un punto in più per Dillon Brooks che chiude a quota 24, ne fa 20 Ja Morant, 10 Jackson Jr. San Antonio non molla mai e chiude con onore l'annata anche grazie ai 20 punti a testa di DeMar DeRozan e di Rudy Gay (dalla panchina). Doppie doppie da 11 punti e 11 rimbalzi per Johonson, da 10 e 10 per Poeltl, tripla doppia da 10 punti, 13 rimbalzi e 11 assist per Dejounte Murray. Niente male, ma alla fine è Memphis a meritarsi la sfida contro Golden State. (ITALPRESS). ari/red 20-Mag-21 09:05

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Migranti, Johansson “L’Ue sarà al fianco dell’Italia”

Articolo successivo

Ddl Zan. Ora i testi anti-omofobia sono due. Cronaca di una battaglia solo mediatica

0  0,00