Calcio: Percassi “Domani Atalanta farà Atalanta, Gasperini resta”

5 minuti di lettura

Parla l'ad della Dea: "La Coppa Italia? Abbiamo altri motivi per festeggiare" BERGAMO (ITALPRESS) – "L'obiettivo è fare bene ogni partita, cercare di farla al massimo e sarà così anche domani. Affronteremo una squadra forte, con campioni che possono cambiare la partita ma l'Atalanta farà l'Atalanta". Luca Percassi, amministratore delegato della Dea, ha 'sostituito' oggi Gasperini nella tradizionale conferenza stampa della vigilia ("è l'occasione per la società di trasmettere il pensiero di tutti i tifosi, un immenso grazie per una stagione veramente incredibile al mister, allo staff, ai giocatori che sono stati più che straordinari, hanno fatto qualcosa che rimarrà per sempre nella storia di questa società") e non ha dubbi su quello che sarà l'atteggiamento della squadra. L'Atalanta, infatti, sarà arbitro della lotta Champions contro un Milan che deve assolutamente vincere per non rischiare il sorpasso da parte della Juve. E a questo proposito, le scorie della finale di mercoledì sono state smaltite, assicura Percassi, "siamo abituati a giocare ogni tre giorni ed è stata una partita che ci deve permettere di fare delle riflessioni per migliorarci ma si pensa già alla gara di domani". Inevitabile, però, tornare sul possibile rigore non concesso a Pessina e sull'intervento di Cuadrado su Gosens che ha dato il via all'azione dell'1-0 della Juve. "Sono due episodi che purtroppo hanno condizionato la gara, al di là del valore dell'avversario. Sono partite di grande equilibrio, il dettaglio fa la differenza e sono stati due episodi che hanno pesato sul risultato ma non è nostra abitudine sbraitare perchè gli errori si commentano da soli". Ma al di là dell'amarezza, parlare della Coppa Italia come la ciliegina mancata sulla torta "è riduttivo. Non sono deluso di non averla vinta ma solo dispiaciuto. Siamo arrivati due volte in Champions, giocando per una semifinale contro il Psg e poi arrivando agli ottavi, battuti dal Real. Abbiamo giocato una finale di Coppa Italia contro la Juve facendo una partita molto importante e ci siamo riqualificati per la Champions dell'anno prossimo. Di motivi per festeggiare ne vedo tantissimi, siamo una medio-piccola realtà del calcio italiano ed europeo. Non abbiamo la presunzione di dare per scontato qualcosa di quello che stiamo vivendo. L'obiettivo della salvezza è un obiettivo vero, quello che viene di più è qualcosa che dobbiamo essere bravi a goderci fino in fondo. Siamo orgogliosissimi di quello che si sta facendo, partecipare alla Champions è come un trofeo e i nostri tifosi sono molto contenti". Percassi, guardando al futuro, non vuole fare voli pindarici. "L'obiettivo è crescere, siamo consapevoli che si parte ogni stagione per salvarsi, è un dogma che non cambieremo mai, è la nostra unica certezza. Abbiamo una buona squadra ma le cose vanno conquistate passo dopo passo. In queste stagioni le esperienze europee, le finali che abbiamo giocato ci hanno permesso di comprare giocatori, venderne altrettanti e questo ha fatto crescere la nostra competitività. Arrivare all'ultima di campionato da secondi in classifica è qualcosa di eccezionale ma meritato sul campo". Ad ogni modo, nel futuro dell'Atalanta ci sarà sempre Gian Piero Gasperini. "Bergamo è una città che fa del lavoro la sua prima caratteristica, riconosciuta da tutti. E l'Atalanta non fa altro che rappresentare al meglio la propria città: si deve lavorare, punto. L'Atalanta deve lavorare, reinventarsi ogni giorno e abbiamo nel nostro allenatore la perfetta guida che rappresenta questo spirito fondato sul lavoro. Se Gasperini resterà anche in futuro? Assolutamente. E' da lui che ripartiamo ogni stagione, è da lui che riceviamo i maggiori stimoli. Credo che il mister sappia benissimo, in cuor suo, quanto vale l'Atalanta e cosa l'Atalanta abbia rappresentato anche per lui. Questo è un matrimonio e quando si fa un matrimonio, si sta insieme contenti e consapevoli". (ITALPRESS). glb/red 22-Mag-21 17:02

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Fico in visita a Casa Memoria Impastato

Articolo successivo

Fortunato vince tappa sullo Zoncolan, Bernal padrone del Giro

0  0,00