Calcio: Azzurri in raduno pre-Europei, Oriali “Italia può far bene”

4 minuti di lettura

"Tutti i giocatori in non perfette condizioni sono potenzialmente recuperabili", dice il dottor Ferretti SANTA MARGHERITA DI PULA (ITALPRESS) – L'obiettivo numero uno sarà quello di far recuperare a tutto il gruppo azzurro energie, soprattutto mentali dopo i due campionati giocati tutti d'un fiato e fare in modo che le voci di mercato, in particolare quelle che riguardano Donnarumma, restino lontano dalla Nazionale. E a cercare di tenere gli animi più sereni possibili, oltre che a fare da collante tra lo staff tecnico e il gruppo squadra, ci sta pensando Lele Oriali che, lasciata agli annali la stagione dello scudetto nerazzurro, ora si è cambiato la casacca per mettersi al servizio dell'Italia e del commissario tecnico Roberto Mancini. "Abbiamo tutti i numeri per poter giocare un buon campionato europeo" ha spiegato poco dopo mezzogiorno il dirigente azzurro tra gli spazi verdi del Forte Village Resort di Santa Margherita di Pula. A pochi chilometri da Cagliari, la comitiva italiana ha iniziato il breve percorso che la condurrà, tra poco più di due settimane, all'Europeo e la Federazione ha voluto puntare su qualche giorno da dedicare soprattutto al relax, senza mai tralasciare il campo. Ammesse al ritiro dell'Italia, infatti, anche le famiglie che potranno godere insieme ai giocatori di qualche momento di relax dopo il campionato lungo e faticoso. "Direi dopo i campionati – ha precisato Oriali – perché in pratica ne abbiamo giocato due di fila, anche perché considerate che tanti giocatori hanno avuto, al termine dello scorso torneo, anche impegni in Europa. Ora stacchiamo la spina qualche giorno e poi quando rientreremo a Coverciano, ci chiuderemo nella nostra bolla per cercare la massima concentrazione e per lavorare serenamente sul campo". A quel punto tutto resterà all'esterno, compreso il mercato che rischia di minare la serenità degli azzurri, con le tante voci che si susseguono. "Diciamo che sarebbe preferibile avere tutti concentrati e tranquilli, senza vedere i giocatori che trascorrono il tempo in attesa di notizie al telefono. Però ora vogliamo davvero staccare la spina e a questo serviranno questi giorni in Sardegna". Immancabile una parte atletica, diretta da Mancini sul campo di gioco appena inaugurato proprio da Immobile e compagni, oltre che i test atletici, con particolare attenzione agli infortunati che il professor Andrea Ferretti sta seguendo molto da vicino. "Tutti i giocatori che non sono in perfette condizioni sono potenzialmente recuperabili altrimenti ora non sarebbero qui" ha confermato il medico dell'Italia che si sta prendendo cura soprattutto di Verratti. "Spinazzola e Pellegrini arrivano da infortuni relativamente più vecchi e quindi sono messi meglio, ma quello più avanti di tutti è Acerbi. Il ginocchio di Verratti non è messo male come sembrava e ora lo terremo sotto controllo, considerando anche il fatto di un ipotesi di utilizzo a Europeo iniziato. Infine ci sono sotto osservazione Sensi e Raspadori". L'ottimismo non manca di sicuro e ora lo staff azzurro andrà a lavorare in particolare sull'aspetto psicologico di un gruppo che dovrà eliminare tutte le tossine nel mare cristallino di Santa Margherita di Pula, prima dell'amichevole in programma venerdì notte alla Sardegna Arena contro San Marino che rappresenterà il primo passo verso un Europeo che l'Italia vuole giocare da protagonista. (ITALPRESS). gam/ari/red 25-Mag-21 15:07

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Nuova tecnologia per identificare il Sars-CoV-2 nei tamponi

Articolo successivo

Erion, nel 2020 cresce la gestione dei rifiuti elettronici

0  0,00