I Lakers pareggiano i conti, Dallas e Brooklyn sul 2-0

3 minuti di lettura

La serie contro Phoenix è sull'1-1, Doncic travolge i Clippers PHOENIX (USA) (ITALPRESS) – I campioni in carica non hanno alcuna intenzione di abdicare. Dopo la sconfitta in gara 1, i Lakers mostrano i muscoli a Phoenix: 109-102 e serie sull'1-1. A decidere la partita, a poco meno di tre minuti dalla fine, le giocate in fila di LeBron James ed Anthony Davis che consentono ai gialloviola di piazzare un parziale di 7-0 che vale il 100-92 che indirizza la gara. Per il Prescelto 23 punti e 9 assist, per l'ex New Orleans 34 punti, 10 rimbalzi e 7 assist. Sul fronte Suns 31 punti di Booker e 22+10 per Ayton. E ora la serie si sposta allo Staples Center, dove intanto i Clippers prendono un'altra sberla da Dallas e si ritrovano sotto 2-0, con le prossime due gare in programma in Texas. Sotto gli occhi di Dirk Nowitzki, 21 stagioni ai Mavericks e uno storico titolo nel 2011, è il solito Luka Doncic a prendersi la scena: 39 punti nel 127-121 che mette in ginocchio gli uomini di coach Lue. Lo sloveno può contare anche sul prezioso contributo di Tim Hardaway jr (28 punti comprese sei triple a segno, suo massimo in carriera nei play-off) e Kristaps Porzingis (20 punti). Per Nicolò Melli appena sei minuti sul parquet, giusto il tempo di mancare il bersaglio dall'arco (ma Dallas chiude con 18/34) e recuperare un pallone. "Il nostro approccio è stato andare là fuori, giocare aggressivi e divertirci", rivela Doncic. E la ricetta ha funzionato, nonostante un Leonard da 41 punti (ma 30 nel solo primo tempo) e un George da 28 punti e 12 assist. A Est si porta sul 2-0 Brooklyn, che torna a battere Boston: 130-108. Nei Nets c'è vita oltre i Big Three e per una sera è Joe Harris a salire in cattedra, confermandosi un cecchino dalla lunga distanza: 25 punti con 7/10 da tre. Se a questo si aggiungono poi Durant (26 punti), Harden (20 punti) e Irving (15 punti), è chiaro perchè il quintetto guidato da Steve Nash è fra i favoriti per l'Anello. Venerdì notte si va a Boston: era dal 2004 che i Nets non si trovavano avanti 2-0 in una serie di play-off. (ITALPRESS). glb/red 26-Mag-21 08:49

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Cybersecurity Competence Centre: la rotta europea valorizza il partenariato pubblico-privato

Articolo successivo

3 fermi per la tragedia del Mottarone, c’è anche titolare dell’impianto

0  0,00