Nicolato “Felice per rinnovo. Euro U21? Siamo un bel gruppo”

2 minuti di lettura

Lunedì azzurrini attesi dal quarto di finale contro il Portogallo FIRENZE (ITALPRESS) – "Il merito va soprattutto alla Federcalcio, alle persone che hanno lavorato con me che hanno dimostrato grande stima e grande interesse per il lavoro che faccio. Questa sicuramente è stata una carta molto importante nella decisione di proseguire questo lavoro che mi piace, che mi stimola molto". Paolo Nicolato, ct dell'Under 21, è felice di aver firmato il rinnovo del contratto fino al 2023. "Mi piace questa voglia di proseguire e di migliorarci che ci deve contraddistinguere – ha aggiunto Nicolato – Sono molto felice, quello che conta qui è la Nazionale, sono i giocatori, e continuare questo progetto di ringiovanimento anche della Nazionale A nel quale siamo molto coinvolti. Siamo riusciti a far convivere vari ritiri e questo rende orgoglioso non solo me ma anche le tante persone che non hanno la vetrina che posso avere io e sono determinanti in questo. Il nostro staff in particolare è stato di grande livello, sono molto felice di continuare". Gli azzurrini sono al lavoro a Tirrenia, in vista del quarto di finale degli Europei di categoria in programma il 31 maggio contro il Portogallo. "Abbiamo un buon gruppo di giocatori. Fra squalifiche, Nazionale A e infortuni purtroppo ne mancano una quindicina ma devo dire che quelli che sono qui sono in buone condizioni, non abbiamo avuto altri tipi di intralci se non qualche giocatore che è arrivato giocando poco, pero' non possiamo essere perfetti". Nicolato assicura di aver visto "grande disponibilità come sempre, i giocatori vengono molto volentieri in Nazionale e questa è una cosa che ci gratifica molto perché vuol dire che sono consapevoli che stiamo facendo di tutto per valorizzarli". (ITALPRESS). lc/glb/red 26-Mag-21 14:38

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Moles “Il Covid ha accelerato i problemi dell’editoria”

Articolo successivo

Blitz antidroga nel quartiere Sperone a Palermo, 12 arresti

0  0,00