Calcio: Buffon “Futuro? Mi vedo all’estero, voglio crescere come uomo”

5 minuti di lettura

"Escludo però il Nord Europa. Parma? Non ho sentito nessuno" TORINO (ITALPRESS) – "Ho ancora voglia di sentirmi vivo, ho stimoli e fisicamente sto bene, quindi è giusto che provi o un'altra esperienza all'estero o un altro anno da protagonista da qualche parte". Gigi Buffon, in un'intervista a GQ Italia a margine della campagna "Only see great" di Puma, dà qualche indizio sul suo futuro. Dopo l'addio alla Juve ("credo che un giocatore come me non potesse stare in un posto con un determinato ruolo, come quello che ho avuto negli ultimi due anni, senza avere la motivazione per poterci stare dando il massimo"), Buffon sta valutando il da farsi ma "dove mi vedrete sinceramente non ne ho ancora la più pallida idea, anche se tutto mi porta a uscire dall'Italia, perché alla fine l'esperienza di Parigi per me è stata bellissima, mi ha arricchito calcisticamente e umanamente, mi sono sentito una persona migliore. E poi se voglio continuare a progredire come uomo devo cercare di fare un altro tipo di esperienza che non sia in Italia, perché già solo l'idea di imparare un'altra lingua, venire a contatto con altra gente e superare difficoltà di qualunque tipo, sono tutti step che ti danno tanta sicurezza. E io sento che sto bene quando capisco che faccio qualcosa per migliorarmi come persona e non solo come calciatore". Buffon ha anche dato qualche indicazione al suo procuratore: "Ho detto di non guardare nel nord Europa perché non è uno dei miei desideri. È qualcosa che escludo a priori. Un ritorno a Parma? Non ho sentito nessuno. Prima di tutto devo vedere se continuerò a giocare, perché ho detto che mi sarei preso venti giorni, poi in piena serenità deciderò se continuare e dove, o se smettere, perché sono abbastanza appagato dalla mia carriera che non ho bisogno di fare qualcosa in più, a meno che non me lo senta dentro fortemente. Sicuramente Parma e Juve sono le uniche squadre in cui potrei giocare in Italia, però se voglio qualcosa che mi possa fare crescere come persona, questo qualcosa me lo può dare solo l'estero". Poi una battuta sull'Italia in vista di Euro2020 ("Credo ci sia il mix giusto per poter provare a stupire") e sullo scudetto dell'Inter: "Non mi ha stupito, perché conosco alla perfezione Antonio Conte e il suo credo. Nel momento in cui un giocatore decide di seguirlo con convinzione, e non credo che ci sia altra scelta perché o lo segui con convinzione o sei fuori dal progetto (ride, ndr), in un periodo lungo come i dieci mesi del campionato hai tante possibilità per poter vincere, e la conferma l'abbiamo avuta". "Mourinho alla Roma? Credo faccia bene a una piazza come Roma e ai media, perché anche loro hanno bisogno di personaggi istrionici come lui – prosegue Buffon – E poi ha un'esperienza e dei rapporti tali che secondo me possono diventare un valore aggiunto per Roma come società e come squadra". Infine su Ibrahimovic che tornerà in Champions a 40 anni chiosa: "A me Zlatan non sorprende, so perfettamente cosa pensa, qual è il suo approccio al lavoro e la sua determinazione. Io non sono sorpreso da determinati giocatori, tra i quali mi ci metto anch'io, che nonostante l'età riescono ancora a essere un valore aggiunto. Perché poi non è che andiamo in campo e sventoliamo la maglia, andiamo in campo e succede sempre qualcosa che non è usuale vedere. Questo significa che la nostra longevità è un valore per il tipo di professionalità o per il fisico che abbiamo, ma anche perché probabilmente abbiamo una testa diversa dalla media dei professionisti". (ITALPRESS). glb/com 28-Mag-21 15:43

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Report Altems, prima dose di vaccino per il 41% degli over 16

Articolo successivo

Giornata del Sollievo, Anelli (Fnomceo): “Vicinanza del medico è parte della cura”

0  0,00