Movin’on 2021: Michelin presenta vela gonfiabile e pneumatico green

3 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – Nel corso del Movin'On 2021 – summit globale dedicato alla mobilità sostenibile – Michelin ha presentato due innovazioni create per rispondere alle sfide più impattanti sul futuro della mobilità. Il primo progetto, Wing Sail Mobility (WISAMO), è una vela automatizzata, telescopica e gonfiabile che può essere montata su navi mercantili ed imbarcazioni private. Tale sistema è il risultato della collaborazione tra il reparto Ricerca & Sviluppo Michelin e due inventori svizzeri che condividono la visione "all-sustainable" del Gruppo. La vela gonfiabile è concepita per canalizzare il vento; una risorsa propulsiva gratuita, universale ed inesauribile. Il rivoluzionario design permette alla nave di consumare meno carburante ed avere quindi un impatto positivo sull'ambiente, grazie all'abbassamento delle emissioni di CO2. Disegnato e sviluppato dal Wisamo project team, il sistema può essere installato sulla maggior parte delle navi mercantili e imbarcazioni da diporto. Particolarmente adatto a navi cargo, portarinfuse e petroliere, il Sistema può essere installato come equipaggiamento originale oppure montato su navi già in servizio. La collaborazione con Michel Desjoyaux, skipper di fama mondiale e ambasciatore del progetto, ha permesso agli ingegneri Michelin di perfezionarne lo sviluppo. Come sottolineato da Desjoyeaux, "il vantaggio del vento come forma di propulsione, è che è una fonte di energia pulita, gratuita, universale e priva di controversie. Il sistema offre un canale molto promettente per migliorare l'impatto ambientale delle navi mercantili". Il primo sistema Wisamo sarà installato su una nave mercantile nel 2022, quando Michelin prevede di avviare la produzione dopo aver completato la fase di test. Al Movin'On Summit 2021, Michelin si prepara inoltre a svelare un pneumatico racing composto per il 46% da materiali sostenibili, che andrà ad equipaggiare i prototipi a idrogeno della GreenGT Mission H24 nelle gare endurance. Attraverso innovazioni ingegneristiche specifiche per il motorsport, Michelin è riuscita a creare ciò che sembrava impossibile agli occhi di molti; un pneumatico dalle componenti sostenibili, ma al contempo in grado di offrire ottime performance in pista. Questa percentuale così elevata di componenti "green" è stata ottenuta incrementando la quota di gomma naturale e recuperando il nero di carbone residuo dai pneumatici giunti a fine vita. Gli altri materiali organici, sostenibili e riciclati utilizzati per la produzione di questo pneumatico, includono prodotti ad uso quotidiano come la scorza d'arancia e limone, l'olio di girasole, la resina di pino e l'alluminio recuperato dalle lattine. Spiega l'Amministratore Delegato Michelin Florent Menegaux: "Le due soluzioni innovative che stiamo presentando al summit globale sulla mobilità sostenibile, offrono prove tangibili e testate in condizioni reali della nostra determinazione nel rendere la mobilità sempre più sostenibile". (ITALPRESS). fil/com 02-Giu-21 14:06

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Trevisan si ferma al secondo turno al Roland Garros

Articolo successivo

Motomondiale: Quartararo “Spero di dimenticare subito il Mugello”

0  0,00