Calcio: Reggina. Aglietti “L’obiettivo è rendere orgogliosa la città”

3 minuti di lettura

"Ho grande entusiasmo e non vedo l'ora di iniziare", dice il nuovo tecnico amaranto REGGIO CALABRIA (ITALPRESS) – "Ho grande entusiasmo e grandissima voglia di far bene. Non vedo l'ora di iniziare". Così il nuovo allenatore della Reggina, Alfredo Aglietti, in conferenza stampa a Reggio Calabria. A presentare il tecnico, che si lega al club fino al 30 giugno 2023, il presidente Luca Gallo. Da calciatore Aglietti ha indossato la maglia amaranto tra il 1994 e il 1996 realizzando in totale 38 reti, conquistando la promozione in B e l'anno successivo la salvezza tra i cadetti. "L'entusiasmo scaturito dall'annuncio del mio arrivo è stato straordinario", ha dichiarato il tecnico. "Il prossimo anno – ha sottolineato – sarà un campionato ancora più difficile di quello di quest'anno. Gli obiettivi? Il primo per una squadra in Serie B è sempre la salvezza. Poi, l'unico obiettivo che dobbiamo avere – ha aggiunto – è cercare di rendere orgogliosa la città della propria squadra". Il resto, ha spiegato, "lo determinerà il campo". Il mercato, per il neo allenatore amaranto, "ha tanti calciatori" e "non dobbiamo avere fretta" ma "valutare bene la nostra rosa. Sono convinto – ha continuato – che faremo una buona squadra". "Partiamo da uno zoccolo duro che ha lavorato molto bene soprattutto nel girone di ritorno e su questo dovremo inserire giocatori che fanno al caso nostro. Non devono essere solo bravi ma devono avere spirito di appartenenza, voglia di sacrificio e un atteggiamento che deve andare oltre la bravura", ha sottolineato Aglietti. In ogni caso, quella del nuovo tecnico amaranto sarà "una squadra che dovrà avere una filosofia e un'identità ben precisa" con un gioco "più offensivo possibile" e che cerchi "di sfruttare le qualità dei calciatori". Una squadra, quindi, che "sotto l'aspetto del possesso palla, delle verticalizzazioni, dei movimenti offensivi possa mettere in difficoltà chiunque". Per il presidente della Reggina, Luca Gallo, con Aglietti "è stata una trattativa lampo, praticamente non c'è stata. Il mister ha subito accettato la proposta di venire a Reggio, non è stata una questione di soldi o programmi ma solo di affetto e cuore verso la società, la città e la tifoseria". Sugli obiettivi questa volta il presidente amaranto non si sbilancia e risponde in tono scherzoso. "Mi era stato spiegato bene: partiremo per fare un buon campionato – ha detto -, ce la metteremo tutta, onoreremo e suderemo la maglia, partiamo per salvarci e tutto quello che di meglio verrà sarà ben accetto". (ITALPRESS). ym/ari/red 04-Giu-21 16:52

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Copasir, Casellati-Fico “Le dimissioni della Lega prive di efficacia”

Articolo successivo

Chi guida veicoli elettrici percorre più chilometri di chi va a benzina e diesel

0  0,00